menu

Uno studio in rosso di Arthur Conan Doyle – Recensione

Con il caldo e il procedere dei giorni sul calendario, il blog entra in modalità estiva. Questo NON significa meno post, ma il contrario: più RECENSIONI!

In questa seconda metà di luglio e in agosto lasceremo un po’ da parte la scrittura e i ferri del mestiere, e daremo più spazio ai libri. Recensioni, consigli di lettura, segnalazioni, spunti… per passare un’estate a tutta lettura.

Iniziamo con un grande classico, un romanzo investigativo che è una colonna del genere e la prima avventura del detective per antonomasia: “Uno studio in rosso” di Arthur Conan Doyle. Un libro conosciuto, citato, sentito e visto… ma che va LETTO, qui e ora, per capire quanto sia bello e quanto ha da dare ad appassionati di giallo e di belle storie in generale.

Ci sono opere che, con il passare del tempo e l’aumentare del credito e degli appassionati, assumono un valore tanto ideale quanto sentimentale, oltre che letterario in senso stretto. La prima avventura di Sherlock Holmes è una di queste: leggere le presentazioni di un giovane Watson e assistere al primo incontro con il detective e alla risoluzione del primo caso produce una viva impressione non solo sugli appassionati sherlockiani e non solo alla prima lettura.

Continua a leggere la recensione: “Uno studio in rosso” di Arthur Conan Doyle sul sito di Studio83

La recensione è apparsa originariamente per Thiller Café, qui: “Uno studio in rosso” su Thriller Cafè

 

Salva

Salva

Il post ti è piaciuto? Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *