menu

Il vecchio e il mare – Un classico al mese

Era il 1951 e Ernest Hemingway si trovava a Bimini, Bahamas, quando scrisse uno dei suoi romanzi più celebri: “Il vecchio e il mare”, storia di un anziano pescatore e della sua lotta contro un marlin preso all’amo. L’opera fu pubblicata l’anno successivo e fu anche l’ultimo romanzo di Hemingway a uscire mentre l’autore era in vita. Sembra che il protagonista, il vecchio Santiago, fosse stato modellato su Gregorio Fuentes, un pescatore nato nelle Canarie e amico dello scrittore.



Il romanzo è ambientato a Cuba, probabilmente nel 1950 (anno intuibile dai riferimenti a Joe Di Maggio). Santiago non prende un pesce da ottantaquattro giorni; Manolin, ragazzo che di solito esce in barca con lui, riceve dai genitori il divieto di accompagnare ancora Santiago. Quest’ultimo è considerato “salao”, maledetto, sfortunato. A quel punto Santiago decide di spingersi fino alla Corrente del Golfo, verso gli Stretti della Florida, e lì prende all’amo un grosso marlin. Il pesce, però, non si arrende: per tre giorni e tre notti, i due si contenderanno la vittoria.

Scritto nel 1951 e distribuito nel settembre dell’anno successivo, “Il vecchio e il mare” vendette milioni di copie ed entrò nella selezione del Book of the Month, dando grande visibilità a Hemingway anche a livello internazionale. Nel 1953 l’opera vinse il premio Pulitzer; nel 1954, durante il suo discorso di ringraziamento per il Nobel per la Letteratura, Hemingway dedicò il romanzo al popolo cubano. “Il vecchio e il mare” fu accostato a un grande classico come “Moby Dick” di Melville, ma Hemingway rifiutò molte delle chiavi di letturra che la critica letteraria aveva trovato nel suo testo.

Hemingway in un bar a Cuba

Come disse lo stesso autore nel 1954: “Non è mai stato scritto un buon libro in cui ci siano simboli stabiliti in anticipo e poi ficcati dentro… Ho cercato di dar vita a un vecchio credibile, un mare credibile, un pesce credibile e squali credibili.” Possiamo tuttavia vedere nella storia di Santiago una grande allegoria del rapporto tra l’uomo e la natura, tra l’uomo e il tempo, tra l’uomo e la morte.

(Fotogramma dal film d’animazione del 1999)

La prima riduzione cinematografica de “Il vecchio e il mare” risale al 1958, con Spencer Tracy protagonista; poi ci fu una miniserie del 1990 con Anthony Quinn e un cortometraggio d’animazione del 1999, una coproduzione tra Russia, Canada e Giappone.

TITOLO: Il vecchio e il mare

TITOLO ORIGINALE: The old man and the sea

AUTORE: Ernest Hemingway

CITAZIONE: “Perché sono stati creati uccelli delicati e fini come queste rondini di mare se l’oceano può essere tanto crudele?”

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *