menu

“Mille colline”: il genocidio del Ruanda in un nuovo racconto di Futuro Presente

In questi mesi stiamo lavorando, tra editing e correzione di bozze, alle ultime novelette che andranno a comporre la prima stagione di Futuro Presente (collana di narrativa di anticipazione a tema sociale che curiamo per la casa editrice Delos Digital). La collana andrà poi in “pausa” per qualche mese: raccoglieremo così nuovo materiale per programmare la seconda stagione. A questo proposito, ricordiamo che il bando è permanente: se avete testi da proporre, fatevi sotto, è il momento giusto!

Questo mese, il racconto lungo che ha arricchito la collana si intitola “Mille colline” ed è stato scritto da Franco Ricciardiello, uno scrittore di incredibile intensità, ben noto nell’ambiente del fantastico italiano. Il titolo dell’opera è più cupo di quanto sembra: si riferisce infatti a Radio Télévision Libre Mille Collines, stazione radiofonica che, tra il 1993 e il 1994, ebbe un ruolo determinante nel genocidio dei Tutsi e poi degli Hutu moderati in Ruanda. Una pagina insanguinata degli anni Novanta e uno dei capitoli più bui della storia del continente africano del secolo scorso.

Studiare la storia sui libri è un conto. Osservarla dal vivo grazie a un tunnel quantistico è un altro paio di maniche: lo scopre una giovane donna quando s’immerge nella tragedia del Ruanda, fino a toccarne con mano le atrocità. Franco Ricciardiello ci riporta nell’universo tecnologico del romanzo Termidoro con un racconto doloroso e al tempo stesso denso di riflessioni, di interrogativi dal respiro universale.

Alcuni volti tra le 800.000 vittime, Memorial Center di Kigali, capitale del Ruanda

L’opera è acquistabile in e-book dai principali store on-line (Amazon, Kobo, Google Play o direttamente dal Delos Store). Una lettura forte, intensa, dolorosa, che consigliamo a tutti.

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *