recensioni di esordienti

De Bello Alieno di Davide Del Popolo Riolo – Recensione

Ha vinto il Premio Odissea qualche anno fa, e l’editore Delos Digital lo ha ripubblicato proprio in questi giorni, in edizione digitale: “De bello alieno” è un libro coraggioso, avvincente e davvero bizzarro. Vi invitiamo a scoprirlo, immergendovi in un mondo conosciuto, ma rivisto in chiave assolutamente originale. Il racconto avventuroso della guerra che Cesare non ha mai combattuto, ma davanti alla quale di certo non si sarebbe tirato indietro!

Il fatto che De Bello Alieno sia un romanzo epistolare obbliga a ragionare sulla struttura in termini rigorosi: è importante che i vari scambi seguano l’intreccio in modo coerente, che il lettore possa riconoscere presto le varie voci ed essere messo in grado di seguire la storia senza dover saltare avanti tre pagine per capire chi parla in quel momento. E, cosa ancora più delicata, il rischio infodump è altissimo.

Continua a leggere la recensione: “De bello alieno” di Davide Del Popolo Riolo sul sito di Studio83

Salva

Salva




L’inganno e altri racconti di Luca Bartolomei – Recensione

Apriamo il mese di maggio con la recensione di una bella raccolta di racconti di un autore esordiente, che usa in modo sottile il linguaggio e i suoi personaggi per costruire scenari surreali sulla falsariga di Buzzati, e per misurarsi in modo umile, ma diretto con dei grandi autori del passato.

“L’inganno” mi pare il titolo giusto per questa raccolta di racconti che a loro modo ingannano, affabulano e sfidano il lettore a penetrare tanti piccoli misteri, in tono ironico e un po’ sornione.

Continua a leggere: Recensione di “L’inganno e altri racconti” di Luca Bartolomei




“Nell’arte dell’io” – Recensione

Riccardo Grechi, batterista bolognese appassionato di poesia, decide di esprimere se stesso e il proprio punto di vista attraverso una raccolta di aforismi: brevi frasi in cui illustra la sua visione della vita, delle persone che ha intorno, le sue disillusioni e i suoi consigli.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE




Uno di Nicolò Govoni – Scrittori italiani di oggi

Non molti conoscono Nicolò Govoni. Non lo conoscevo nemmeno io, fino a poco meno di un mese fa, quando mi ha contattata via facebook chiedendomi l’amicizia.

Ne è inziato uno scambio di messaggi che mi ha portato a conoscenza dei seguenti fatti:

  • Nicolò ha scritto un libro e vuole venderne più copie possibile
  • Mi ha trovato e chiesto l’amicizia a casaccio, cerca gente e chiede l’amicizia così, alla ricerca di qualcuno che voglia aiutare
  • Aiutare chi?

Venti bambini che abitano in un piccolo orfanotrofio nel sud dell’India.

Continua a leggere il post




Nuova recensione: “Gioia – carezze e frustate sull’anima”

Abbiamo letto e recensito una nuova opera d’esordio, da titolo “Gioia – carezze e frustate sull’anima”. L’autrice, Daniela Pirisi, è alla sua prima esperienza con la narrativa: come ha scritto nella sua biografia in quarta di copertina, “è la prima volta che sente prepotente il desiderio di condividere con i lettori le emozioni e i sorrisi che questa storia le ha regalato”.

Il romanzo racconta la storia di Gioia, bambina che soffre per il tradimento del padre e affida alla madre, agli zii e alla fede religiosa il suo futuro. Altrettanto accade con Marta ed Enrico, i suoi migliori amici, che la accompagnano nella crescita e nelle nuove sfide da affrontare…

Continua a leggere: recensione di “Gioia” di Daniela Pirisi




L’ultima spiaggia (The Beach) – Recensione

Nel 1999 Danny Boyle portò sullo schermo un film diventato un cult per molti appassionati: “The Beach”, con l’allora giovanissimo e già celeberrimo Leonardo DiCaprio. Il film era tratto da un romanzo di Alex Garland, che con quest’opera aveva esordito alcuni anni prima. Lo abbiamo letto e recensito per voi: un tuffo nella natura selvaggia della Thailandia per rinfrancarsi in questo freddo inverno!

La storia, per chi non avesse letto il libro o visto il film, narra le vicissitudini di Richard, ragazzo inglese (americano nel film) nei suoi mid- twenties che, durante un viaggio zaino in spalla in Thailandia, si imbatte in un misterioso e delirante viaggiatore. Quest’ultimo gli consegna una mappa verso un’isola sconosciuta ai più, sulla quale Richard – assieme a una coppia di francesi – si recherà a nuoto, scoprendo una comunità di neo-hippie fuggiti dalla frenetica vita occidentale.

Continua a leggere: Recensione di “L’ultima spiaggia (The Beach)” di Alex Garland




Desolation Road – Recensione

Oggi siamo qui con la recensione di un romanzo che ha già raccolto un gran numero di appassionati. L’autore è oggi noto e amato, ma quest’opera – che in Italia è arrivata solo nel 2014 – è di fatto il suo esordio e risale al 1988.

Ian McDonald mette su un mondo un mattone alla volta, facendolo crescere assieme al numero dei personaggi, raccontandoci la loro storia e la loro evoluzione; tratta svariati temi, dalla genesi di una comunità alla religione, dal rapporto tra uomo e macchina alla maternità, dal misticismo agli orrori della società post-industriale. 

Continua a leggere: Recensione di “Desolation Road” di Ian McDonald




Nuova recensione: “Centopelli” di Miriam Nicopezz

Una nuova recensione per voi, stavolta dedicata a un’autrice esordiente, Miriam Nicopezz. La sua opera prima, pubblicata dalla casa editrice Lettere Animate, si intitola “Centopelli” e narra una storia molto particolare.

Il romanzo tratta il tema del ricordo e della felicità a esso legata, rappresentata come un momento immobile scolpito nel tempo: il “mentre perfetto”, che viene vissuto, a seconda dei punti di vista, come serenità eterna o eterna prigione.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE




Nella tela del tempo

Online la recensione a “Nella tela del tempo”, per la nostra rubrica dedicata alle recensioni di opere prime “Esordiamo!”.

Il romanzo in questione è un esordio con diverse particolarità: è scritto a quattro mani da due autrici, che hanno scelto la via dell’autopubblicazione.

Alla giovane Melita, fotografa per una rivista a Los Angeles, viene assegnata una trasferta molto particolare: tornare nella sua isola natale, Malta, per partecipare a un corso organizzato da sua nonna in un antico mulino appartenente alla sua famiglia. Nonostante non torni a casa da anni, Melita accetta l’incarico e si ritrova coinvolta in un intrico di vicende…

Leggi la Recensione: “Nella tela del tempo”

Il romanzo è stato fatto uscire su Narcissus.me, piattaforma di self publishing tutta italiana di cui abbiamo già parlato, che è davvero molto attiva dal punto di vista della ricerca, della sperimentazione, del dibattito e del supporto agli autori che scelgono questa strada. Vi invitiamo quindi a dare un’occhiata al portale e ai tanti forum/blog che ne fanno parte, se cercate uno sbocco espressivo sarà un giro che varrà sicuramente il tempo speso.

Nel cercare una pubblicazione indipendente, però, non dimenticate che oltre alla pubblicazione tu cur il testo DEVE avere delle caratteristiche di pulizia e professionalità che vanno per forza di cose affidate a editor profesisonisti, come noi di Studio83. L’autore o l’autrice infatti non può fare l’editor di se stesso e anche come “semplice” redattore (semplice per modo di dire!) non ha gioco facile. Parliamo di indie publishing, il passo successivo dell’autopubblicazione, che consente ai testi autoprodotti di raggiungere livelli di qualità e bellezza pari, se non migliori, di quelli che arrivano in libreria tramite i canali tradizionali.

Date quindi uno sguardo ai nostri servizi letterari dedicati agli autori, ce n’è per ogni esigenza. E se avete dubbi, basta scorrere le reviews dei nostri autori. Se invece avete già pubblicato la vostra opera prima, è il momento di confrontarsi con la critica: partecipate a “Esordiamo!” e la prossima recensione sarà la vostra.

Qui il regolamento!




Poesie – recensione

Nuova recensione, stavolta dedicata alla poesia.

Roberta Prandel mette a punto sette componimenti, una sorta di “dichiarazione di poetica” nella quale espone le sue tematiche e propone al pubblico la propria scrittura, misurandosi con i lettori.

Leggi la Recensione: Poesie di Roberta Prandel