Immaginazione sociologica, immaginazione letteraria

Segnaliamo una nuova recensione pubblicata sul nostro sito; Studio83 si è occupato questa volta del saggio Immaginazione sociologica e immaginazione letteraria di Gabriella Turnaturi. Buona lettura!

Intervista a OzOz

Saranno in tantissimi a conoscere OzOz, sito dedicato agli esordienti e alla cultura del libro in generale. Abbiamo intervistato per voi Daniela Chimienti, che insieme a Maurizio Monticelli ha creato e tuttora gestisce OzOz e il suo forum.

La sana scrittura #3 – Fuori dal tunnel (carpale)

Oggi si sente spesso parlare di sindrome del tunnel carpale (STC), una patologia del nervo mediano al polso (il quale passa, appunto, attraverso il cosiddetto tunnel carpale).

I primi sintomi sono formicolii, torpore alla mano, gonfiore e, man mano che la patologia si aggrava, altri sintomi cosiddetti “deficitari” (come la perdita di forza della mano).

Una delle tante cause di insorgenza della STC può essere l’eccessivo ed errato uso della tastiera e del mouse. Scrittori, dunque, fate attenzione: questa patologia può avere conseguenze piuttosto fastidiose e spesso va risolta chirurgicamente. Come fare per prevenire il problema?

Abbiamo sfogliato per voi laguida ergonomica della Microsoft, dove sono riportati alcuni utili consigli a proposito delle posture corrette di chi si trova al pc. In particolare, a proposito della posizione di mani e polsi leggiamo questo:

“Durante la digitazione e durante l’utilizzo del mouse o del trackball, è importante tenere i polsi dritti. Evitare di piegare i polsi verso l’alto, verso il basso o lateralmente. Se la tastiera dispone di piedini, utilizzarli se possono essere utili per ottenere una postura dritta dei polsi.”

e

“Digitare in modo che le mani e polsi sovrastino la tastiera e poter così utilizzare l’intero braccio per raggiungere i tasti più distanti evitando di allungare eccessivamente le dita.”

Raccomandiamo, dunque, di fare attenzione: le mani di uno scrittore sono sante!

I fatti di Malatya

Riportiamo una triste notizia di cronaca; a Malatya, nella Turchia orientale, l’uccisione di tre persone nella casa editrice Zirva, che pubblicava libri sul cristianesimo, fa pensare a un assalto. Non è esclusa l’ipotesi di un conflitto interno all’azienda, ma ricordiamo che, già lo scorso gennaio, un editore turco di origine armena era stato ucciso a Instanbul da un fanatico nazionalista. Riportiamo questa notizia solo per ricordare, con immensa tristezza, che uno dei più immediati e facili bersagli per l’estremismo è sempre la cultura.

L’immaginazione divertente

Segnaliamo la recensione al saggio di Vittorio Spinazzola L’immaginazione divertente, che affronta il tema delle forme di letteratura considerate “basse” (come il genere giallo, il rosa o anche il fumetto) rivendicando il diritto di divertirsi leggendo e il dovere, da parte della critica, di occuparsi anche di queste opere.

Concorso OperaNarrativa

Segnaliamo il concorso letterario indetto da OperaNarrativa, che non prevede tasse di partecipazione ma mette in palio la pubblicazione su antologia (per la casa editrice Tabula Fati).

Il concorso è dedicato alla narrativa di genere thriller, giallo e noir, che abbia come tema la traccia indicata: “il libro“. Le opere dovranno essere comprese tra le 10000 e le 20000 battute.

Sul sito di OperaNarrativa troverete maggiori informazioni e il bando completo in .pdf.

In bocca al lupo!

 

Montag Edizioni

Segnaliamo agli esordienti Montag, giovane casa editrice dedicata alla pubblicazione di opere italiane. A differenza di molte case editrici, Montag si dichiara molto attenta anche alla poesia ed espone la propria politica editoriale in modo sincero e pacato.

Montag ha indetto due concorsi letterari, uno dedicato alla narrativa (scadenza: 31/05/07) e uno alla poesia (scadenza: 30/04/07).

Per maggiori informazioni, consultate il sito della casa editrice.

In bocca al lupo!

Ting-a-ling, Kurt

Siamo qui, purtroppo, per segnalare la scomparsa dell’immenso Kurt Vonnegut (1922-2007), un autore che sarà ricordato tra i più grandi dello scorso secolo.
In accordo con l’ironia dei mondi possibili tracciati dalla sua penna, eviteremo di far assomigliare questo articolo a un necrologio. Preferiamo invece ricordarlo com’era in vita, com’è stato fino a poco tempo fa: un uomo che, a ottant’anni suonati, ancora si domandava perché diavolo la gente lo dovesse ascoltare.

Ting-a-ling!

Futuro Africano

Segnaliamo l’antologia di racconti di fantascienza “Wakati Ujao (Futuro Africano)“, realizzata per iniziativa di WebTrekItalia.

L’antologia contiene una poesia e nove racconti (di Altomare, Chillemi, Conti, Di Stefano, Gambaro, Massera, Morellini, Petrino, Preziati, Tintori) che scandagliano i futuri possibili dell’Africa, affrontando l’argomento con il fascino e la complessità tipici della science-fiction.

“Wakati ujao” può essere acquistato su lulu.com al prezzo di 12,50 euro. Il ricavato sarà devoluto in favore di Amref.

Le proprietà del tè verde – La sana scrittura

C’è chi trangugia litri di caffè, chi cerca l’ispirazione in erbe varie, chi si aiuta con un bicchiere di brandy; ognuno ha i suoi gusti, d’accordo, ma c’è una sola bevanda che ci sentiamo di consigliare spassionatamente allo scrittore: il tè verde.

Ottenuto grazie a una particolare lavorazione delle foglie di tè, che ne impedisce la fermentazione, il tè verde ha innumerevoli proprietà e un sapore particolare.

Ricca di sostanze preziosissime, questa bevanda orientale tiene sveglia la mente più del caffé, senza però sovraccaricare il sistema nervoso. Bevine una tazza prima di metterti al lavoro, o sorseggialo mentre scrivi: il tè verde gioverà alla tua mente e al tuo corpo.

Per darti una vaga idea di quante proprietà benefiche abbia il tè verde, vi rimandiamo a questo articolo: Tè verde: 10 straordinari benefici per la salute. 

Scommettiamo che brandy e caffé non ti sembreranno più così invitanti? 🙂

E alla salute dei tuoi testi ci pensiamo noi, con i nostri servizi letterari pensati su misura: trova la strada che fa per te e per la tua opera!

Buone e sane scritture da Studio83!