Concorso di narrativa fantasy

La casa editrice Montag indice la prima edizione del Concorso “Regno di Aquilonia” dedicato a romanzi fantasy.

I romanzi dovranno avere una lunghezza di massimo 500 cartelle, per 2000 battute l’una spazi compresi. E’ accettato ogni genere di fantasy.

E’ prevista una tassa di partecipazione di 25 euro per ogni romanzo inviato; in compenso, per il primo classificato c’è in palio la pubblicazione con relativo contratto editoriale, royalties e quant’altro (un’ottima occasione, dunque!)

Per maggiori informazioni, qui trovate il bando in pdf. In bocca al lupo!

8 giugno

Segnaliamo l’appuntamento dell’8 giugno 2007 a Lecce (Fondo Verri, via S. Maria del Paradiso, ore 20.00), presentato da Alessandra Bianco, curatrice di Carte Segrete per Besa Editrice. Interverranno Alma Sinibaldi (giornalista per Barisera e Controradio) e Tinta e Vito Lopriore.

Intervista a Francesco Altieri (editore Magenes)

Fresca fresca, ecco a voi una nuova intervista! Abbiamo rotto un po’ le scatole a Francesco Altieri, comandante in capo della casa editrice Magenes, che ha sopportato stoicamente. Qui sotto uno stralcio… buona lettura!

È divertente pubblicare esordienti: c’è una passione, una freschezza, un entusiasmo che è difficile trovare in autori più consolidati.

Continua a leggere

Ipse dixit

In definitiva, le parole sono tutto quello che abbiamo, perciò è meglio che siano quelle giuste, con la punteggiatura nei posti giusti in modo che possano dire quel che devono dire nel modo migliore. Se le parole sono appesantite dall’emozione incontrollata dello scrittore, o se sono imprecise e inaccurate per qualche altro motivo – se sono, insomma, in qualche maniera sfocate – fatalmente gli occhi del lettore scivoleranno su di esse e non si sarà ottenuto un bel niente. Il senso artistico del lettore non sarà affatto stimolato.

Raymond Carver

Nel nome del padre

Nuova recensione per  “Esordiamo!” : ci siamo occupati di “Nel nome del padre” di Sara Durantini, edito da Fernandel.

 

“Nel nome del padre” affronta un tema innegabilmente difficile, gestito però con grazia dall’autrice; attraverso uno stile curato, a tratti consapevole e a tratti acerbo, mette insieme un romanzo che non si lascia mai andare al facile estremo, cogliendo invece nei personaggi e nel filo sottile che li lega l’essenza della storia.

 Continua a leggere

GRAZIE MILLE!

…in due mesi di blog, abbiamo già superato le MILLE VISITE!

Ringraziamo di cuore tutti i visitatori del blog, e speriamo di continuare così!

Premio Elsa Morante

È prossima alla scadenza (31/05/07) l’edizione 2007 del Premio Elsa Morante, organizzato da Proposte Editoriali e da  “Tam  Tam di Scrittori  Poeti Artisti” e patrocinato dal Comune di Roma.

Il concorso prevede tre sezioni (narrativa, poesia e teatro); in particolare, la sezione Narrativa è aperta a  romanzi, antologie di racconti e racconti singoli.

Per maggiori informazioni leggete il bando (e in bocca al lupo ai partecipanti!)

Il modo fantastico

Nuova recensione per la sezione “Lezioni di letteratura“!
Questa volta ci siamo occupati del saggio di Stefano Lazzarin “Il modo fantastico”, edizioni Laterza.

L’incipit della recensione:

“Il fantastico si situa alla convergenza di costanti tematiche e formali. Questa è la ragione principale per cui non potremmo mai disporre di un catalogo definitivo di temi del fantastico. Qualsiasi tema soprannaturale può essere trattato in modo non fantastico e comparire in opere non fantastiche. In compenso, è lecito affermare che esistono temi e procedure formali che ricorrono con frequenza significativa in opere fantastiche, e che si possono perciò definire tipicamente fantastici”.

Questa è una delle frasi iniziali del testo, che non è una guida su come scrivere un romanzo fantastico, ma può essere considerato come un dizionario di opere e autori fantastici che possono aiutare a capire in modo più approfondito il genere.

Continua a leggere…

I presidi del libro

Alla Fiera del Libro di Torino ci siamo imbattuti in uno stand che ci ha incuriosito subito: si trattava dei Presidi del Libro, associazione culturale dedicata alla lettura.

I Presidi del Libro sono gruppi di lettura all’interno dei quali tutti (lettori e non) possono trovare occasione di dibattito e scambio di idee; I Presidi organizzano manifestazioni letterarie, promuovono la creazione di librerie e biblioteche e cercano al contempo di stimolare esperienze culturali all’interno del Comune cui appartengono.

La parola chiave è: aggregazione. Unire persone diverse tra loro sotto l’interesse comune della lettura, diffondere questo interesse e alimentare la catena che viene così a crearsi sono tra i principali obiettivi di questa associazione.

Lettori, scrittori, cogliete l’occasione: è di certo un’iniziativa che fa per voi!

Studio83 alla Fiera del Libro

La giornata dell’undici maggio ha visto noi di Studio83 alla sua prima uscita ufficiale: approfittando della Fiera del Libro, evento a cadenza annuale organizzato al Lingotto di Torino, abbiamo visitato la maggior parte degli stand e ci siamo presentate alle varie case editrici che li occupavano.

Il progetto che abbiamo pubblicizzato con più intensità è stato Esordiamo!: avendo la possibilità di parlare personalmente con gli “addetti ai lavori”, di visionare i vari cataloghi e di informarci su quali fossero le opere prime di esordienti pubblicate di recente, ci siamo date da fare per promuovere quella che riteniamo sia un’iniziativa potenzialmente molto utile.

Da quanto abbiamo visto, innanzitutto, non sono pochi quelli che pubblicano esordienti; si tratta principalmente di case editrici piccole, animate da un interesse sincero per le nuove leve della letteratura italiana.
La maggior parte di esse ha risposto con entusiasmo alla nostra iniziativa, spesso regalandoci copie omaggio di opere prime; l’atmosfera che si respirava presso queste persone, credeteci, era davvero splendida.

Nei prossimi giorni ci occuperemo delle singole case editrici, dei loro nuovi autori e delle varie iniziative che abbiamo deciso di pubblicizzare; per il momento, però, vorremmo segnalare i nomi degli editori che ringraziamo per la disponibilità, la gentilezza e la cura che dedicano ai loro esordienti:

Un riscontro positivo c’è stato anche con tre case editrici più grandi,Besa,Voland e Guida, a dimostrazione di come, anche dove girano più soldi, ci siano ancora persone che sostengono i giovani interessati a iniziative culturali e alla diffusione degli esordienti.

Altre case editrici si sono semplicemente dette non interessate a pubblicizzarsi tra i blog, mentre altre ancora ci hanno trattati con una maleducazione inspiegabile; premesso che eravamo lì per comprare libri di esordienti, e che volevamo semplicemente informarli dell’intenzione di recensire i suddetti, non appena abbiamo pronunciato la frase “Siamo un’associazione culturale…” siamo stati mandate via in malo modo. Faccio un nome su tutti: Aliberti.

L’unica cosa veramente seccante è che sono sempre tutti pronti a sputare sentenze contro i ggggiovani d’oggi che non leggono, o leggono solo bestseller da due soldi, e lasciano morire di fame gli sconosciuti esordienti che per questo motivo non possono essere pubblicati… beh, noi eravamo lì per comprare, per leggere e per pubblicizzare. Se la risposta è questa, forse il problema degli esordienti si trova un po’ più in alto.

Menzione negativa anche per una casa editrice pulviscolare, dedicata alle pubblicazioni che hanno come argomento il Piemonte; dopo aver passato un quarto d’ora a cercare di spiegargli che no, non eravamo lì per appioppargli un manoscritto, ce ne siamo dovute andare per evitare che la discussione degenerasse.

Nel complesso, comunque, la giornata è stata più che positiva. Ora abbiamo molte opere prime da leggere e recensire; per tutti gli altri… fatevi pure avanti! 🙂