consigli di lettura

Romanzi sui vampiri – Consigli di lettura

Terrificanti, affascinanti, suadenti, (im)mortali… parliamo dei vampiri! Divenuti famosi attraverso miti e leggende dell’Europa dell’est – sebbene affondino in una tradizione popolare molto più lontana, che arriva fino all’antica Grecia, i vampiri hanno conquistato un trono letterario che ancora oggi continua ad attirare i lettori di tutte le età. Il primo vampiro romanzesco, e capostipite della tradizione letteraria, appartiene a John Polidori, che nel 1819 pubblicò un romanzo intitolato, appunto, “Il vampiro”. Ma quali opere dobbiamo assolutamente leggere per conoscere il vampiro nei romanzi? Ecco cinque consigli di lettura a tema!


Continua a leggere il post




Oscar 2017: ecco i libri!

La notte degli Oscar è appena passata, e verrà ricordata a lungo. Non tanto e non solo per le statuette e per la particolarità di alcuni film in gara, ma soprattutto per la terribile gaffe, di Beatty e Dunaway, della proclamazione del vincitore sbagliato.

Guardiamo, sempre e comunque, il lato positivo: mi pare difficile che si possa fare una figura peggiore di questa… quindi da ora in poi qualsiasi altra sarà migliore! 🙂

Ma torniamo a noi: molte delle pellicole in gara e nomita erano frutto di adattamenti di rispettivi libri e testi teatrali.
Quali? Ve lo diciamo noi!

Continua a leggere il post




San Valentino! – Consigli di lettura

Oggi è San Valentino, ricorrenza celebrata in gran parte del pianeta come festa degli innamorati. L’usanza varia leggermente da paese a paese e va dallo scambio di semplici biglietti d’amore (le cosiddette “valentine”) alla tradizionale serata che le coppie trascorrono insieme cogliendo l’occasione per dedicarsi del tempo. L’originale San Valentino della tradizione cristiana ebbe una sorte meno “romantica”: torturato e decapitato, nell’anno 496 papa Gelasio I utilizzò il suo nome per istituire una ricorrenza che andasse a sostituire i precedenti Lupercalia, una festività romana in onore del dio Fauno che si svolgeva dal 13 al 15 febbraio.

La festa degli innamorati in senso stretto ebbe probabilmente origine nel Basso Medioevo con l'”amor cortese”, per prendere sempre più piede negli ultimi due secoli a partire dai paesi anglosassoni, che hanno inaugurato una vera tradizione industriale di produzione e vendita di biglietti d’auguri dedicati all’occasione. Quali letture sono adatte a questa giornata? Scopriamolo insieme con i nostri consigli di lettura a tema!

Continua a leggere il post




Romanzi sul Natale – Consigli di lettura

E siamo arrivati a ridosso del Natale! Per riprendersi nei prossimi giorni dopo le scorpacciate natalizie, niente di meglio che sedersi accanto all’albero addobbato su una comoda poltrona e leggere un libro che sia in tema con le festività correnti. Ecco quindi i nostri consigli di lettura sul Natale, accompagnati, stavolta, anche da

i migliori auguri di buone feste da parte di Studio83! ^__^

Canto di Natale, di Charles Dickens. “Canto di Natale” è una toccante parabola, una storia emozionante e devastante nella sua semplicità; Dickens unì i canoni del racconto gotico e della ghost story alla sua personale idea sulla povertà e lo sfruttamento, generando un classico ancora oggi amato e letto in tutto il mondo. Quando uscì, nel 1843, ebbe un immediato e incredibile successo; scrittori del calibro di Robert Louis Stevenson osannarono l’opera e la critica è rimasta concorde, a quasi due secoli di distanza, nel definirlo un capolavoro.
Continua a leggere il post




Storie di fantasmi – Consigli di lettura

Halloween si avvicina, le temperature scendono e sale la voglia di trascorrere le serate sul divano con un libro in mano… ovviamente horror! O meglio, qualche bella storia di fantasmi che spazia fra generi e registri diversi, che sappia intrattenerci e che ci faccia trattenere il fiato quando sentiamo un rumore provenire dalla soffitta. Ecco qui cinque consigli di lettura a tema che sapranno stregarvi mentre fuori piove e il contatore elettrico fa le bizze!


Continua a leggere il post




Consigli di lettura – review 2016

Quest’anno abbiamo fornito regolarmente dei consigli di lettura a tema: tanti libri sullo stesso argomento, o su un genere letterario, oppure su una data o un evento storico. Se ve ne siete perso qualcuno e siete a caccia di letture da mettere in valigia per l’estate, eccovi un riepilogo! 🙂

tag-consigli
Continua a leggere il post




Sotto l’ombrellone – Consigli di lettura

Agosto, editor mio non ti conosco! Dopo sette mesi passati immersa in manoscritti da editare e/o testi tecnici e/o legati al mio lavoro, ho sentito il bisogno di staccare. Non con la lettura, che è una droga alla quale sono assuefatta da anni e di cui ho bisogno… per vivere! Mi sono però rivolta a testi leggeri, “di consumo” o “di evasione”: complice una mega campagna sconti di ebook della Newton&Compton, regina della letteratura ombrellonesca, ho preso qualche titolo da leggere in tutto relax.

Katsushika-Hokusai-The-Great-Wave-off-Kanagawa-Detail

Poteva finire così? Ovviamente no. Ecco i miei consigli di lettura a tema. Libri da ombrellone: promosso, bocciato, rimandato con “debito”.

Continua a leggere il post




Accadde oggi: 4 luglio, Independence Day

Torniamo col nostro almanacco di eventi e letture a tema, che oggi – 4 luglio – non può che vertere su un noto evento storico: il Giorno dell’Indipendenza, festa nazionale statunitense che celebra il distacco delle allora tredici colonie dal Regno di Gran Bretagna. Andiamo quindi a esplorare romanzi e saggi ispirati all’Independence Day, al suo significato e alla sua eredità storica.

Continua a leggere il post




Romanzi sui pirati – Consigli di lettura

L’estate è alle porte, iniziano le prime gite domenicali al mare: cosa leggere sotto l’ombrellone? La proposta a tema di questo mese sono i romanzi sui pirati, letture intriganti e avvincenti che ci terranno compagnia mentre siamo in spiaggia.

“Quanti libri?”

Continua a leggere il post




Accadde oggi: 6 maggio – Consigli di lettura

Ogni tanto mi piace googlare in libertà e spulciare i cosiddetti Almanacchi del Giorno: ovvero dei piccoli compendi su una data particoare, dove vengono elencati i fatti storici avvenuti in quella data.

notizie sui libri - studio83

Il 6 maggio è un giorno carico di avvenimenti. Eccone alcuni, e qualche consiglio di lettura a tema. Inizia ora e il 6 maggio 2017 lascerai gli amici a bocca aperta!

Intanto le date di nascita: il 6 maggio sono nate due persone che hanno segnato il cammino umano in modo indelebile. E non hanno bisogno di presentazioni, semmai di approfondimento.

tag-consigli

Maximilien de Robespierre, classe 1758, nasce ad Arras oggi. Protagonista della Rivoluzione Francese e del Terrore, e di quest’ultimo periodo sua più illustre vittima.


Ero ancora alle scuole medie quando mi imbattei in un libello a firma Albert Mathiez: semplicemente “Robespierre“. Capii molto più tardi che lo storico in questione faceva parte di una corrente marxista e che i suoi saggi non erano storici, ma politici: fornivano rivisitazioni profonde, erano riletture più che ricostruzioni. Ma la sua difesa appassionata di Robespierre, dipinto come un idealista schiacciato dai giochi di potere e come una vittima pura del Terrore, senza responsabilità tranne quella di aver lasciato prevalere correnti troppo incontrollabili… segnò per sempre la mia visione delle materie storiche. Mi fece capire che non c’erano solo i sussidiari, e che ogni evento poteva essere visto sotto luci diverse, anche le più impopolari e nascoste. Lo consiglio per questo, e per la prosa accattivante di Mathiez.

 

Sigismund Schlomo Freud detto Sigmund, classe 1856, nasce a Freiburg oggi. I suoi libri sono il cardine della nuova scienza che rivoluziona il Novecento e l’essere umano del XX secolo. Le sue teorie, seppure oggi contestate e superate, restano una pietra di paragone imprescindibile non solo per i terapeuti e gli psicologi, ma anche per gli storici e gli scrittori.


Uno scrittore che ha sicuramente fatto tesoro della lezione freudiana, che lo ha fatto per primo e che per questo ha segnato a sua volta la storia della letteratura del Novecento è Italo Svevo. Con il suo “La coscienza di Zeno” ha messo in discussione l’unità dell’Io, dando vita a un personaggio ambiguo e a una voce narrante che mente più che raccontare, e costruendo con Zeno il primo (e definitivo?) antieroe della letteratura novecentesca.

Se invece conosci già benissimo Italo Svevo e non hai bisogno di una rilettura, o se vuoi rimandarla a un momento più propizio e buttarti su pagine più leggere… due miti a confronto: La soluzione sette per cento, un romanzo di Nicholas Meyer che porta sul lettino di Sigmund Freud niente meno che… Sherlock Holmes. Ne ho parlato tempo fa in un post sui migliori apocrifi holmesiani. Davvero intrigante…

Ora i fatti del giorno:

il 6 maggio del 1889 fu aperta l’Esposizione Universale di Parigi, che aveva come attrazione principale la Torre Eiffel appena costruita. Simbolo del positivismo e icona di Parigi, non è l’unico monumento famoso costruito per una Esposizione Universale. Ne abbiamo parlato insieme nel corso della presentazione “Nutrire il Futuro”, che abbiamo organizzato a settembre scorso nella cornice tematica dell’Expo di Milano… l’ultima Esposizione Universale in ordine di tempo!

 

il 6 maggio 1941, Stalin prende il potere in Unione Sovietica. Inaugurando così un lungo periodo di terrore, l’ennesimo, che segna la storia russa e quella mondiale: dei fatti e delle idee. La sua epoca è fatta rivivere magistralmente da Tom Rob Smith, con il suo “Bambino 44“. Un blockbuster americano con molti difetti, ma con una ricostruzione attenta ed efficace della storia, delle atmosfere e della pesante aria di paura e sospetto che si respirava ai tempi.

Questa situazione sociale invivibile e traumatizzante è resa splendidamente da Smith, che sceglie come protagonista un funzionario della polizia sovietica (e di quella più temuta, che si occupa della “Sicurezza dello Stato”, in soldoni dell’epurazione di ogni possibile sospetto traditore) per metterci a parte del meccanismo perverso su cui si regge il sistema del sospetto.
Continua a leggere: recensione di Bambino 44, sul sito di Studio83