Poesia

“Non è stato solo vento” di Giovanna Politi – Recensione

Online oggi una nuova recensione: al romanzo “Non è stato solo vento”, una storia d’amore e dell’amore, contrappuntata di citazioni e componimenti poetici.  Da leggere lentamente, prendendosi il tempo necessario per cogliere le sfumature di un discorso potenzialmente controverso, ma ampio e complesso.

L’amore è il vero protagonista del romanzo di Politi: un romanzo dove apputo la vicenda che fa da fil rouge è un buon pretesto per digressioni sull’amore in sé, sul modo di viverlo, sulle sue articolazioni.

Continua a leggere: “Non è stato solo vento” di Giovanna Politi – Recensione




Poesie di Natale

Buongiorno lettori e amici! Vi segnalo un’iniziativa dell’Isola della Poesia, il più importante portale italiano dedicato ai poeti, che ha lanciato un concorso in tema natalizio. L’Isola lancia le Poesie di Natale:

Natale si avvicina e l’Isola della poesia intende festeggiarlo insieme ai propri utenti.
Il classico doppio appuntamento settimanale con l’iniziativa “Dillo alla luna”, in questo periodo sarà dedicato a poesie a tema natalizio, con alcuni premi in palio.

Vi faccio notare che nessuno verrà escluso: fermo restando che il giudizio è a insidacabile decisione della giuria, le poesie inviate possono essere più di una, senza vincoli di metrica o stile. E il tema natalizio non esclude gli altri: le poesie non a tema rientreranno comunque in “Dillo alla luna” e avranno le stesse possibilità di essere pubblicate.

L’Isola della Poesia è un luogo di incontro storico per i poeti, che possono incontrare colleghi, confrontarsi tra di loro e con la redazione e avere uno spazio di espressione vero e un’accoglienza attenta, umana e slow. In antitesi alla follia social di vari portali e portalini dove si pubblica tutto e subito e si chiude bottega altrettanto rapidamente.

Se quindi siete dei poeti, fidatevi: fate un giro sull’Isola, godetevi i video ispiratori, rinfrescatevi la memoria con le monografie dedicate ai poeti più famosi le Guide Poetiche sullo stile e la tecnica. Le vostre poesie potranno anche essere recensite nella sezione Recensioni di Poesie e troveranno sicuramente una casa!

 

 




Recensioni di Poesie

Abbiamo più volte parlato del portale L’Isola della Poesia, una delle più importanti realtà italiane online dedicate ai poeti e nostro partner da tanti anni. L’Isola della poesia ha anche un blog: dove ci sono molte sezioni, iniziative e novità da scoprire.

plume

Nella sezione “La biblioteca della poesia”, ad esempio, vengono scelte e citate poesie di grandi autori, e a esse viene dedicato un articolo con esegesi e notizie utili. Non dimentichiamo che per scrivere belle poesie, è importante leggere belle poesie!

Ecco ad esempio un post che mi è piaciuto molto, dedicato a un breve componimento della grande Emily Dickinson.

Le Guide Poetiche aiutano poi il poeta in erba a scrivere meglio, e a riflettere sulla propria arte, attraverso articoli tutorial dedicati ai vari aspetti della scrittura poetica. In Migliorare le poesie, ad esempio, si pone una domanda interessante: ha senso correggere, integrare o migliorare una poesia? O leva spontaneità a ciò che scriviamo?

Una sezione oggi rinnovata è quella dedicata alle Recensioni di Poesie. Qui sono recensite, cioè esaminate e “spiegate” per quanto possibile e opportuno, le poesie inviate dagli utenti del sito. La scelta non è automatica, ma operata dalla redazione, che dopo aver letto le poesie degli utenti ne seleziona alcune, alle quali dedica degli approfondimenti.

Se quindi scrivi poesie che hai voglia di far leggere, perché non provare a pubblicarle anche sull’Isola della Poesia? Potresti ricevere in cambio un assaggio di Valutazione Poetica, un servizio che, ti ricordo, Studio83 mette a disposizione dei poeti grazie proprio al lavoro di Luca Baccari, webmaster de L’Isola della Poesia.

La Valutazione Poetica porta alla compilazione di una scheda lunga e particolareggiata che prende in esame stile e contenuti della tua silloge e ti aiuta a migliorare. Anche i post di Recensioni di Poesie, sempre a firma Luca Baccari, sono un valido strumento di crescita.

Ecco, per esempio, una recensione pubblicata recentemente: Recensione Poetica a “Nella mia notte insonne”

L’Isola della Poesia è attualmente il più grande portale italiano dedicato alla poesia, ha una lunga storia e, diversamente da meteore apparse e ora tramonate, registra record di visite eguagliati da pochi. Il sito è anche una comunità molto attiva e non è strutturato come un social network. Alla velocità e immediatezza degli attuali social, a volte confusivi e stranianti, il sito contrappone i valore della lentezza, della consequenzialità, delle regole condivise all’insegna dell’ascolto e, perché no, dell’attesa.

Valori, questi, indispensabili a ogni poeta e alle sue opere. Spieghiamo le vele, quindi, all’insegna dell’Isola della Poesia!




Poesia review

Salve a tutti! Oggi vogliamo riproporre alcuni contenuti pubblicati tramite il blog negli ultimi anni, tutti riuniti sotto uno stesso argomento. Il tema di oggi è la poesia, un genere letterario complesso e affascinante nel quale moltissimi esordienti si cimentano.

Cosa abbiamo detto sulla poesia in questi anni, quali editori o portali abbiamo segnalato, quali consigli di scrittura abbiamo dato?

Iniziamo dagli albori di Studio83: a quel tempo intervistammo la poetessa Monica Maggi, che ci parlò della sua attività. Leggi l’intervista a Monica Maggi. Tempo dopo segnalammo invece un’intervista a Edoardo Sanguineti, davvero molto particolare e interessante.

Anche Youtube, nel tempo, ci è venuto in aiuto: qui abbiamo infatti un bellissimo video nel quale Eugenio Montale esprime le proprie (monumentali) opinioni sulla poesia.

Se parliamo di consigli pratici sulla tecnica poetica, non possiamo non ricondividere l’ipse dixit di Angelo Marchese a questo proposito, tratto dal suo saggio “L’officina della poesia”.

Un portale che ricorre nei nostri post a tema poetico è naturalmente L’isola della poesia, sito fondato più di dieci anni fa da Luca Baccari che ha raccolto un impressionante numero di utenti, appassionati, poeti che utilizzano gli straordinari strumenti del portale per condividere la loro passione. (Se siete curiosi di vedere quante trovate geniali ha avuto il webmaster, navigate il sito!). In questi anni l’isola ha creato video sulla poesia, una biblioteca della poesia, l’adunanza dei poeti e tante altre idee e iniziative a tema.

Anche con la webzine Venti Nodi abbiamo cercato di dare un contributo attivo: abbiamo intervistato il grandissimo poeta Dante Maffia, che ha scritto per noi un pezzo molto intenso dedicato alla poesia e diretto anche ai giovani. (Leggi “La poesia” di Dante Maffia).

Proprio qualche mese fa abbiamo ricordato una poesia celeberrima che tutti noi abbiamo imparato a memoria ai tempi delle scuole elementari: “Il cinque maggio” di Alessandro Manzoni. Ei fu…

E per concludere, il nostro personale contributo come agenzia: il nostro servizio di valutazione dei testi poetici, una scheda di valutazione dedicata ai poeti che analizza il loro lavoro attraverso gli elementi fondanti del genere (metrica, figure retoriche, linguaggio, stile, temi ecc) e ne restituisce una fotografia obiettiva e precisa – sempre nel rispetto del lavoro, della sensibilità e dello stile del poeta. Siete incuriositi? Al ritorno dalle vacanze richiedete un preventivo, è gratuito e senza impegno!

 

 




Poesia del giorno: “Il cinque maggio”

La data di oggi vi dice qualcosa? Chi non ricorda la poesia “Il cinque maggio”, che si studia in Italia fin dalle scuole elementari? Come tanti componimenti della nostra letteratura, spesso è stato fatto imparare a memoria – esercizio utile per tanti versi, ma certo secondario a un’analisi dell’opera chiara e comprensibile dai ragazzi.

Era il luglio del 1821 quando Alessandro Manzoni lesse sulla Gazzetta di Milano della morte di Napoleone Bonaparte e del contesto in cui essa era avvenuta. Immediatamente scrisse un componimento sul tema, un’opera che sarebbe rimasta nella storia. Il suo obiettivo non era una celebrazione di Napoleone, per quanto dai versi emerga stima nei confronti di questa figura; Manzoni ha ampliato il punto di vista e generato una riflessione più ampia sulla persistenza delle azioni umane, anche le più grandiose, e sulla loro fragilità nei confronti del tempo che scorre. La stessa parabola di Napoleone viene cantata nelle sue luci e ombre, nei suoi alti e bassi:

tutto ei provò: la gloria
maggior dopo il periglio,
la fuga e la vittoria,
la reggia e il tristo esiglio:
due volte nella polvere,
due volte sull’altar.

Il componimento contiene anche dei versi che sono rimasti nella lingua italiana, un’espressione ricca di sfumature e utilizzata tutt’oggi: “ai posteri l’ardua sentenza”.

“Il cinque maggio” è una delle poesie più studiate e declamate in Italia: non possiamo non concludere citando la sua interpretazione da parte del grande Vittorio Gassman.




Premio letterario “Un monte di poesia”

Segnaliamo il concorso letterario “Un monte di poesia (nona edizione)”, che prevede tre sezioni:

1) poesia a tema “la montagna”: vita, costumi, folklore, paesaggio;

2) sezione a tema libero;

3) sezione giovani (che non abbiano compiuto diciotto anni allo scadere del termine per l’invio).

La quota di partecipazione, esclusa la sezione giovani (che non la prevede), è di 10 euro per il primo elaborato e 5 euro per i successivi. I componimenti dovranno essere inviati entro il 30 giugno in formato cartaceo o digitale e non dovranno superare i venticinque versi (uno per foglio formato A4).

Tutte le info sull’invio e sul pagamento della quota di iscrizione si trovano a questo link.




L’adunanza dei poeti

Il portale letterario L’isola della poesia ha da poco compiuto dieci anni di attività. In funzione di questa importante ricorrenza, il sito web e il blog stanno vivendo un profondo mutamento che mira al coinvolgimento dei lettori e degli utenti.

Il portale comprende ora un’area dedicata a tutti coloro che si iscriveranno o sono già iscritti alla newsletter. La sezione è denominata Adunanza dei poeti e al suo interno saranno inserite tutte le iniziative del portale.

La nuova sezione è una vera e propria isola virtuale, perfettamente esplorabile. Partendo da una cartina, l’utente potrà navigare tra le varie località dell’isola e scegliere un luogo dove insediarsi tra quattro tribù disponibili. In questo modo, dopo ogni iscrizione, le tribù cresceranno e gli utenti vedranno sorgere capanne che man mano diventeranno edifici, castelli, torri. Gli utenti e le tribù più attive potranno beneficiare di nuove possibilità che saranno via via disponibili.

All’interno dell’isola sono presenti aree dove inviare pensieri e riflessioni (il pensatoio) o dove leggere nel cielo le frasi già inviate (la torre). Altre sezioni, iniziative e località saranno integrate gradualmente nell’isola virtuale.

Navigare la sezione di giorno o di notte cambierà le possibilità offerte, insieme all’estetica: di sera e di notte tutto sarà buio; il cinema , dove si possono visionare filmati, è aperto fino a mezzanotte e alcune capanne di notte mostreranno una porta chiusa con un lucchetto, con l’invito a tornare di giorno.

Sarà inoltre possibile, in futuro, assistere o partecipare anche a concorsi poetici a squadre, nei quali le varie tribù si sfideranno a colpi di penna.

Le segnalazioni e gli elaborati più interessanti potrebbero trovare spazio anche sul blog ufficiale dell’Isola della poesia, dove altri utenti potranno inserire commenti o riflessioni personali, alimentando così un confronto poetico.

L’adunanza dei poeti è quindi un nuovo strumento, attraverso il quale gli iscritti potranno contribuire attivamente alla pubblicazione di contenuti di qualità. Tale strumento sarà collegato al blog ufficiale (dove si potranno commentare gli interventi e i contenuti segnalati) e alla biblioteca della poesia, il database pubblico dove ricercare, leggere e approfondire le poesie famose.

L’adunanza potrà essere utilizzata anche per selezioni poetiche e per rendere disponibile materiale informativo riservato agli iscritti. La newsletter invece continuerà a informare gli iscritti sulle ultime novità e a segnalare iniziative importanti.

Come per le altre sezioni del sito, l’Adunanza dei poeti sarà sempre in continua evoluzione, anche grazie alle idee degli utenti che potranno proporre migliorie e integrazioni. L’innovazione dell’Isola della poesia proseguirà gradualmente, con l’introduzione di altre novità che saranno volte a rendere l’intero portale a carattere partecipativo e sempre più ricco di contenuti di qualità.

L’ultima cosa da tenere in considerazione è la continua imprevedibilità degli eventi. Sarà infatti possibile assistere alla nascita di nuove località o di altre possibilità in maniera casuale, oppure in seguito ad azioni compiute dall’utenza. Altre volte le novità si verificheranno in date ben precise. La partecipazione degli utenti quindi, insieme alla continua evoluzione dell’isola, renderanno l’esperienza continuamente originale e piena di sorprese per tutti.




Poesie – recensione

Nuova recensione, stavolta dedicata alla poesia.

Roberta Prandel mette a punto sette componimenti, una sorta di “dichiarazione di poetica” nella quale espone le sue tematiche e propone al pubblico la propria scrittura, misurandosi con i lettori.

Leggi la Recensione: Poesie di Roberta Prandel




Giornata mondiale della poesia

Il primo giorno di Primavera è anche, non a caso, la giornata in cui in tutto il mondo si celebra la Poesia, con i suoi mille autori e nelle sue mille forme.

Noi di Studio83 facciamo gli auguri a te che leggi, a te che scrivi… in particolare se scrivi anche o esclusivamente poesia.
Poeti ne conosciamo molti, alcuni affermati e importanti come Dante Maffia, che ha scritto per noi un bellissimo pezzo sulla poesia dedicato anche ai giovani. Altri meno affermati, poeti “in erba”, per restare in tema primaverile, ai quali auguriamo di trovare una voce e una platea giusta per loro. Lungo la strada, un piccolo aiuto da parte di editor professionisti e conoscitori di poesia aiuterà sicuramente.


(Per inciso, in questi giorni cade un’altra ricorrenza: i primi DIECI ANNI de L’Isola della Poesia, il portale più famoso e seguito d’Italia, gestito dal nostro Luca Baccari, editor di testi poetici e webmaster in forza a Studio83. Auguri Luca!)

Festeggiamo questa giornata doppiamente importante con un componimento poetico primaverile, come è giusto che sia. Ma andando oltre di noi, con un pensiero a chi, oggi come ieri, sta attraversando difficoltà importanti.

La poesia “Sotto la pioggia camminava la primavera” è il canto nostalgico di un esule, di un uomo che lontano dalla sua casa e dai suoi affetti familiari sovrappone nei suoi ricordi la triste stagione del suo presente con quelle, più felici, del suo passato, attraverso dettagli che compongono immagini in contrasto. Scritta, nel 1962 a Mosca, e tratta dalla raccolta “Poesie dall’esilio”, è un regalo al mondo di Nazim Hikhmet.

Buona primavera e… buone primavere presenti, passate e soprattutto future!

Sotto la pioggia camminava la primavera
con i suoi piedi esili e lunghi sull’asfalto di Mosca
chiusa tra gli pneumatici i motori le stoffe le pelli
il mio cardiogramma era pessimo quel giorno
quel che si attende verrà in un’ora inattesa
verrà tutto da solo
senza condurre con sé
coloro che già partirono
suonavano il primo concerto di Ciajkowskj sotto la pioggia
salirai le scale senza di me
un garofano sta all’ultimo piano della casa al balcone
sotto la pioggia camminava la primavera
con i suoi piedi esili e lunghi sull’asfalto di Mosca
ti sei seduta di fronte a me non mi vedi
sorridi a una tristezza che fuma lontano
la primavera ti porta via da me ti conduce altrove
e un giorno non tornerai più ti perderai nella pioggia.

 




La ragazza di Venezia

Nuova recensione per Esordiamo!

La ragazza di Venezia […] affronta il triste tema della crisi economica, del precariato, di una generazione che vive tra debiti, incertezze e lavoro sottopagato in cambio di un tozzo di pane.

LEGGI LA RECENSIONE