menu

Monica Maggi intervista Ginevra Brandi

Pubblichiamo con piacere un articolo di Monica Maggi, che contiene la sua intervista alla misteriosa Ginevra, autrice di  “Donne”, che uscirà a gennaio con Graphe.it. È una lettura molto interessante (parlo dell’articolo di Monica, perchè il libro di Ginevra non l’ho letto), che solletica la curiosità e si legge davvero con piacere. Grazie Monica!

 

 

GINEVRA BRANDI: SENZA PAURA D’AMARE

 

Quella di Ginevra Brandi poteva essere, calata in un altro momento epocale”, la storia di molte donne. Parla di ricerca d’amore, di incontri deludenti ma anche affascinanti nella loro fuggevolezza. Di uomini che non lasciano tracce e di donne indelebili. Di una città che aggroviglia, tenta, seduce e abbandona. Ma è stata scritta poco tempo fa, pur snodandosi attraverso almeno quarant’anni di vita. E poco tempo fa, da pochi anni a questa parte, esiste un mezzo che ha stravolto l’esistenza affettiva e non solo di milioni di individui. Soprattutto di donne. E’ internet.

Ginevra mi accoglie nella sua casa che profuma di cielo, letteralmente. Vuoi perché è affacciata su uno dei quartieri di Roma più intensi e caldi, vuoi perché è impregnata della vita di questa donna. Il romanzo, davvero, si potrebbe anche leggere su queste pareti e nell’aria che la avvolge. “Cosa cercavo? Cosa cerchiamo tutti e sempre. L’amore, senza paure e con una pienezza che satura vuoti e assenze”. Ginevra nasce da una famiglia agiata in Abruzzo. Arriva all’adolescenza privata precocemente del padre e di una figura di madre appunto piena. Si trascinerà questa carenza nella vita come una scia invisibile ma concreta. “Uomini. Prima della mia esperienza con una donna avevo fame d’affetto e il mio primo cibo sono stati gli uomini”. Poi arriva l’incontro con una lei, sconvolgente e indimenticabile. Ginevra è ancora molto giovane, con una carne e un’anima tenerissime. La storia fulminea le lascerà il segno.

 Per anni cerca nuovamente negli uomini almeno l’alone o l’eco di quanto provato con una donna. Nulla. Impossibile. Ma ancora non si convince. Poi, professionista affermata, single “di razza” e affascinante donna sola, si imbatte in uno di quei momenti che cambierebbero la vita a chiunque.

“Un incidente. Uno stupido incidente che mi costringe all’immobilità per più di sei mesi. Ferma, sola, in casa, nel silenzio e nella solitudine”. Davanti a lei un computer, e inizia la sua avventura. “Avevo conosciuto internet già qualche tempo prima, e attraverso la rete avevo conosciuto e frequentato uomini. Con cui però non c’era stato nulla”. Una comunicazione impossibile, che neanche il virtuale aveva aiutato. Un mondo impenetrabile, quello maschile. “Ancora oggi non riesco a trovare contatto con loro, se non per rarissimi individui e solo a livello spirituale”.

Si apre uno schermo, si spalanca un mondo. Ginevra viaggia pur restando immobile nella sua casa, e l’avventura inizia. Lei, così fragile e minuta, è come se superasse in un anno una prova degna della migliore saga cinematografica. Colleziona esperienze, ritratti, sensazioni, odori, ricordi. Alla fine deciderà di scriverne un resoconto, e nasce DONNE. “Con un finale a sorpresa” sorride svelandone appena l’idea.

Ho letto il libro quando era ancora in essere. Sconvolgente. Un cesellare le parole con la stessa leggerezza delle carezze. A volte un canto, a volte un grido e a volte un’eco del piacere di donna. Perché di questo meraviglioso e sconcertante viaggio farne un libro? “Perché deve rimanere per me e per altre donne. Perché attraverso queste storie mi sono finalmente legittimata come donna che ama altre donne. Perché ho capito che la cosa più naturale del mondo (amare) è quella che riesce più difficile per l’essere umano”.

Ginevra Brandi non è il suo vero nome. Dietro questo pseudonimo si cela una persona molto nota negli ambienti bene di Roma. Allora questo essere finalmente alla luce del sole non si ancora compiuto del tutto. “Aspetto i tempi in cui saremo libere di affermare la nostra identità. Se l’essere umano ha paura di amare, può accettare chi lo fa in maniera “differente” dagli schemi fissati?”

Il libro sarà in uscita in tutte le librerie italiane dal 26 gennaio 2008 e prenotabile con il 30% di sconto su http://scaricabilia.graphe.it/gbrandi.htm

Ginevra Brandi è contattabile all’indirizzo mail ginevrabrandi@libero.it

Monica Maggi

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *