L’autore in cerca di editore

È passato del tempo ma non abbiamo accantonato la rubrica delle Lezioni di letteratura.
Di solito leggo parecchi libri di critica letteraria e cultura editoriale, ma trovare il tempo per recensirli è un altro paio di maniche. Con la recensione a “L’autore in cerca di editore“, bel prontuario di consigli per la pubblicazione, spero di invertire la tendenza e dedicare più tempo alle nostre Lezioni.

Maria Grazia Cocchetti, L’autore in cerca di editore, Editrice Bibliografica, Milano, 2006


“L’autore in cerca di editore”, più che un manuale di regole per avere successo, è un agile prontuario che fornisce innanzitutto l’ABC del mondo del quale lo scrittore desidera far parte. Il testo della Cocchetti è agile, chiaro e non annoia. Vanno resi i giusti meriti anche all’Editrice Bibliografica, che con la sua collana “I mestieri del libro” ha contribuito e contribuisce molto alla formazione di scrittori, addetti ai lavori e, perché no, anche lettori.

Leggi la recensione

La lezione dell’opera della Cocchetti, a mio avviso, è che, oltre alla scrittura, anche il tentativo di pubblicazione (ed eventualmente la pubblicazione stessa) richiede una certa dose di consapevolezza, e, perchè no, di “tecnica”, che consiste più che altro nella conoscenza del mondo alla cui porta si bussa.

Dallo status di manoscritto a quello di “libro” ce ne vuole! C’è tutta una serie di elementi da tenere in considerazione, un lungo percorso da fare, sia per lo scrittore che cerca di piazzarsi, sia per il testo stesso, che può anche subire modifiche per il volere della casa editrice.
Il manuale della Cocchetti è un’agile introduzione al calvario dell’artista puro: preparatevi a una lettura stimolante e, per chi ne avesse bisogno, a una corroborante iniezione di realtà!

 

UPDATE: ero in cerca di un recapito dell’autrice, per informarla della recensione, quando ho trovato una sua intervista molto interessante, piena di spunti e suggerimenti. Da leggere!

Condividi il post

2 Replies to “L’autore in cerca di editore”

  1. utente anonimo ha detto:

    Trovo l’iniziativa molto interessante. Però… se tutti gli autori esordienti raccontassero gratuitamente sul proprio blog la loro esperienza, non ci sarebbe bisogno di quel libro.

    Cinicamente parlando: L’idea è buona e, ancora una volta, va a pescare nelle tasche di autori esordienti sfruttando il loro desiderio di pubblicare il proprio manoscritto. Un po’ come fanno le case editrici che chiedono un contributo.

    Ad ogni modo, visto che l’obolo è basso, e il lavoro svolto dall’autrice è meritevole, vale la pena fare l’acquisto.

    Glauco

  2. giuliaS83 ha detto:

    Ciao Glauco,

    quello che dici è vero: il passaparola e lo scambio di informazioni sono fondamentali in tutti i campi!

    Per quanto riguarda il manuale, leggendolo l’ho trovato gradevole, innanzitutto, e già questo è un pregio. Io l’ho preso in biblioteca, l’ho letto, ho preso qualche appunto, e non ho speso un soldo. 🙂

    Grazie della visita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *