Letturelibere

Continuo a vagabondare per la Rete. Dopo l’Astrocultura della settimana scorsa, questa volta ho scovato un sito interessante dal quale si possono scaricare gratis moltissimi testi in formato e-book: LettureLibere. Per una più esauriente puntualizzazione su cosa sono gli e-book, rimando al già precedentemente linkato post di Gamberetta sull’argomento.

LettureLibere, a quanto ho capito, si propone di diffondere e promuovere la distribuzione gratuita delle opere in formato digitale, attraverso una biblioteca on-line suddivisa in varie sezioni tematiche (gli elenchi dei testi sono per titolo o per autore). Dalla biblioteca si può accedere al download del testo e scaricarlo sul proprio computer.

Un esempio? Ho cercato l’autore Salgari e la pagina che lo riguarda contiene parecchi suoi romanzi, anche le primissime opere, alcune se non sbaglio quasi introvabili in libreria (una cosa è sicura: sono in quantità decisamente maggiore rispetto alle due Feltrinelli che ho girato per cercarli!).



“I misteri della jungla nera”, accattivante titolo del primo capitolo della Saga dei Pirati

Per gli appassionati dell’horror, inoltre, LettureLibere ha una apposita sezione realizzata in collaborazione col portale LaTelaNera (che i suddetti appassionati sicuramente conosceranno!), che a sua volta contiene decine di e-book del genere.

Che aspettate? Andate a rovistare anche voi alla ricerca di una bella lettura… libera e gratuita!

Condividi il post

8 Replies to “Letturelibere”

  1. Gamberetta ha detto:

    Vorrei segnalare un altro sito che a me piace moltissimo, libreremo.org. Libreremo.org si occupa prevalentemente di testi universitari (di ogni materia: storia, filosofia, matematica, letteratura, chimica, ecc.) ma non solo.

    La distribuzione avviene via emule e perciò è richiesta un po’ di pazienza, ma è l’unico posto dove è possibile reperire certi libri.

    Se devo essere sincera non sempre le “scannerizzazioni” sono effettuate in maniera ottimale, d’altra parte libreremo.org si occupa più che altro di catalogare quanto ognuno crea e mette a disposizione.

    Rimane uno dei miei luoghi preferiti quando mi viene lo sfizio di approfondire qualche argomento.

  2. Gamberetta ha detto:

    Vorrei segnalare un altro sito che a me piace moltissimo, libreremo.org. Libreremo.org si occupa prevalentemente di testi universitari (di ogni materia: storia, filosofia, matematica, letteratura, chimica, ecc.) ma non solo.

    La distribuzione avviene via emule e perciò è richiesta un po’ di pazienza, ma è l’unico posto dove è possibile reperire certi libri.

    Se devo essere sincera non sempre le “scannerizzazioni” sono effettuate in maniera ottimale, d’altra parte libreremo.org si occupa più che altro di catalogare quanto ognuno crea e mette a disposizione.

    Rimane uno dei miei luoghi preferiti quando mi viene lo sfizio di approfondire qualche argomento.

  3. elenaS83 ha detto:

    Grazie per la segnalazione!

  4. utente anonimo ha detto:

    Gamberetta spero nel frattempo oltre a segnalare libri agli altri ne abbia letto un po’ anche tu, per esempio uno sulla grammatica italiana, sull’analisi testuale (visto che millanti la tua dote di critica) ecc ecc…

    Voi direte “oehhh che cafone sto qua!”…ma fate un salto in questo blog per capire con chi abbiamo a che fare, poi fate un salto anche in qualche blog della Meyer per capire quan’è amata per la sua millanteria e maleducazione..:

    http://www.salvalibri.splinder.com/

    Se poi questo commento non verrà pubblicato pazienza…io ho cercato di far vedere oltre la maschera…

    Ciao a presto!

  5. giuliaS83 ha detto:

    Ho dato un’occhiata al blog che hai citato: “giù le zampe dalla cultura”… titolo un po’ troppo roboante per illustrare del semplice accanimento su un solo blog.

    Lo stile di Gamberetta è discutibile, su questo ci siamo, e la rete è aperta a tutte le opinioni e condotte, anche quella strampalata di aprire un contro-blog. Leggendo i post di salvalibri, però, non ci vedo nessun contributo serio, tranne “sei negata”, “cretinate”, “sei disturbata”… ci manca la pernacchietta e il “pappappero”. Ecco, più che rivelatore di chissà cosa, lo definirei un link “ma anche no”.ciao

  6. utente anonimo ha detto:

    Ho dato anch’io un’occhiata a quel blog (salvalibri) e non è proprio come lo descrivi tu. Si può essere d’accordo o meno, su questo non v’è dubbio. Il metodo è contestabile, ma Giulia (mi sembra si chiami così l’amministr del blog) spiega e motiva molto bene e dettagliatamente le critiche che muove; non si limita affatto, come dici tu, a dire “tutte cretinate etc…” Non travisiamo la realtà. E’ lì da vedere. Su questo penso sia inattaccabile, è un dato di fatto. Dimostra le sue accuse con esempi concreti. Poi se si vuole sminuire tutto per il solo fatto di non essere d’accordo questo è un altro discorso. Serve però essere anche un po’ obiettivi.

    Bye Carlo 🙂

  7. giuliaS83 ha detto:

    Ciao Carlo, benvenuto nel nostro blog.

    Che dire, il mondo è bello perché è vario! Io, ti ripeto, non ho trovato grandi contenuti in salvalibri, è un’opinione: non ho formulato nessuna accusa, perciò non devo dimostrare nulla. Abbiamo idee diverse, lasciamo che ognuno si faccia la propria visitando il blog (il link è lì sopra bello che pronto), con buona pace di un’obiettività vera o desiderata.

    A parte la diversità di “gusti”, spero converrai con me che nel regno dell’opinione nulla è davvero “inattaccabile”, vale per Salvalibri, per Gamberetta e anche per Studio83! Ciao

  8. utente anonimo ha detto:

    Sì, ovviamente i gusti sono gusti. Ho inserito il post perchè mi era sembrato d’intravedere un po’ di inobiettività su alcune cose: si può condividere o meno; intendevo solo dire che chi ha creato quel blog mi sembra dimostri le accuse che formula. Tutto qui.

    Ciao ciao Carlo 🙂

Rispondi a Gamberetta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *