menu

Gargoyle Books

Da qualche tempo mi capita di sentire parlare della casa editrice Gargoyle Books, che pubblica “romanzi horror di autori stranieri”. Coincidenza ripetuta o buona strategia di marketing? Spero che si tratti della seconda, perché sono una grande sostenitrice dell’editoria di nicchia e adoro l’horror.

Mi sono imbattuta nel loro stand alla Fiera di Torino, dove  hanno presento la nuova uscita “Sherlock Holmes contro Dracula” di Estleman, pubblicato per la prima volta nel 1978 e riproposto in una veste piuttosto intrigante. Pochi giorni dopo, ne leggo una sinossi tra le recensioni dell’Internazionale:

Forse non è un libro per tutti. Ma chi sa di avere uno spirito da nerd, magari anche solo latente, apprezzerà questo pastiche letterario e la sua buffa pignoleria. La parte divertente del libro, ovviamente, non è scoprire come andrà a finire, ma vedere come l’autore riesce a tenere insieme due personaggi così diversi in un intreccio “filologicamente” verosimile. E il risultato, nonostante qualche ingenuità, è a suo modo sorprendente. Anche solo per il fatto che la pedanteria del detective finisce per rendere insolitamente simpatico quel povero maligno senza pace del vampiro. Sherlock Holmes contro Dracula è stato scritto nel 1978 e da allora viene continuamente ristampato in una lingua o in un’altra. Un romanzo popolare in tutti i sensi.

Questo è un commento!

Ho ritrovato la Gargoyle Books sfogliando Dampyr, il fumetto della Bonelli di cui non perdo un numero. Nell’introduzione al volume di questo mese, tra la corrispondenza e le notizie che riguardano il mondo horror, spiccava la copertina di un’altra uscita Gargoyle Books: si tratta di “Lo zio Silas” di Sheridan Le Fanu, mostro sacro e famoso autore di “Carmilla”. “Lo zio Silas” è un titolo meno conosciuto, ma senza alcun dubbio varrà la pena leggerlo. Intanto, linko la prefazione del prof. Melani, docente di Letteratura Inglese e Letterature Straniere Moderne dell’Università della Tuscia.

Sheridan Le Fanu

Mi sembra che la Gargoyle Books abbia intrapreso una strada interessante: merita un applauso per le buone idee e la scelta di pubblicazioni di qualità, titoli magari già pubblicati ma che possono essere riletti, valorizzati, riscoperti. Ho richiesto una copia del catalogo delle prossime uscite e tra le notizie vedo che hanno in cantiere un altro titolo bomba: “Dr.Jekyll contro Mr.Holmes“: miiiooo…

Insomma, a fronte di tante lamentele sulla crisi di idee e di valori (anche monetari…) dell’editoria, ecco un bell’esempio di dinamismo e intelligenza.

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *