menu

Viva (la) Las Vegas

Online la recensione di “Viva Las Vegas”, il titolo che ha segnato l’esordio della casa editrice Las Vegas.

I racconti sono di buon livello, diversi tra loro in struttura e modi narrativi, oltre che nei temi. Se volessimo conferire un’omogeneità letteraria all’antologia, e individuare un argomento comune, uno scopo generale che vada oltre il festeggiamento annunciato, potremmo individuarli nella forma-racconto in sé.

Leggi la recensione

Ripropongo anche l’intervista al curatore dell’antologia Andrea Malabaila (al quale faccio i complimenti per le scelte della raccolta), nella quale ci parla di “Viva Las Vegas” … in un minuto.

La casa editrice Las Vegas si rivolge a un pubblico giovane, ma non fatevi ingannare da un intento che può sembrare riduttivo (e qui devo fare una tiratina d’orecchie alla Las Vegas: la presentazione della raccolta fa presagire una superficialità che per fortuna nel libro è assente).

Il “pubblico giovane” amorfo, senza ideali forti, anestetizzato dai reality e in prima linea solo nella fila per l’Ipod è un’invenzione recente, una proiezione delle generazioni precedenti alla nostra, che ci accusano di essere come ci hanno formato loro. Forse questo tipo di pubblico esiste, ma prima di noi “giovane” ha sempre voluto dire “nuovo”, “ribelle”, “pericoloso”, “sovversivo”, e soprattutto: “forte”. E forti sono quasi tutte le voci della raccolta di Las Vegas, perché uniscono la tecnica e la preparazione al coraggio di toccare nervi scoperti, con ottiche prive di preconcetti. Bene e viva la Las Vegas!

Condividi il post

2 Replies to “Viva (la) Las Vegas”

  1. Gamberetta ha detto:

    “Las Vegas edizioni non è solo una casa editrice. È il posto in cui tutto è possibile, un universo abitato da storie che sarebbe un peccato non raccontare. Storie giovani, ironiche, rock, romantiche, glamour. Che hanno un inizio, uno svolgimento e una fine (non necessariamente in questo ordine). Ma, soprattutto, che hanno stile.”

    Frizzante. Ecco l’aggettivo che manca: frizzante! Storie giovani, rock, glamour e frizzanti!

    . . .

    . . .

    . . .

  2. andreamj ha detto:

    Grazie per le belle parole! Segnaliamo subito sul blog Las Vegas.

    Uno dei punti fermi di Las Vegas, e di “Viva Las Vegas”, è quello di dimostrare che “giovane” non fa rima con “superficiale”. Poi, è chiaro, col nome che ci siamo dati dobbiamo essere esagerati (e anche un po’ kitsch, alle volte), ma vogliamo sorprendere ogni volta i nostri lettori. E sì, “frizzante” è un aggettivo che mi piace. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *