menu

Ancora diffide

Ennesima diffida per il blog WritersDream, accusato da molte case editrici a pagamento di fare una cosa orribile: dire la verità e parlare in modo chiaro. Le tre liste nelle quali vengono classificati gli editori (Inferno, Purgatorio e Paradiso) sono state già altre volte bersaglio di critiche, denunce e diffide da parte – ovviamente – di chi era stato incluso in quella meno nobile, l’Inferno dei contributi di edizione, delle 1000 copie a carico dell’autore e via dicendo.

Oggi a farsi girare le eliche è la piccola Armando Editore, inserita appunto nell’Inferno in quanto chiede all’autore l’acquisto di un ingente numero di copie, a prezzi non proprio modici. WritersDream spiega e risponde, e lo fa con grande garbo, come al solito: portando prove, fatti e leggi.

Come sempre, anche noi assicuriamo a WritersDream ogni sostegno morale per queste tristi vicende. E troviamo straordinario che un blog non si arrenda davanti alle diffide, ma continui a fare nomi, difendendosi dalle assurde minacce con i propri semplici diritti: quelli garantiti dalla legge sulla libertà di espressione, di critica e di opinione.

Condividi il post

6 Replies to “Ancora diffide”

  1. DabriaTiann ha detto:

    Come al solito vi ringrazio per il sostegno. L’importante è non farsi spaventare. Dabria

  2. EosDea ha detto:

    ah sì, la Armando editore, o meglio la sovera multimedia dell’armando editore, mi ha proposto un contributo d’autore di 4000 euro ai tempi. Ovviamente per cercare di “pescarmi” mi ha corteggiato due settimane, chiedendomi di partecipare alla loro rivista letteraria “terzapagina”, in cui ha pubblicato un mio articolo… e dopo… la mazzata.

    r.

  3. AyameAzuma ha detto:

    Il mio ritardo mentale mi ha fatto vedere solo ora il post =.=

    Grazie mille per il sostegno che ci offrite ancora una volta, è bello vedere che non siamo gli unici a non correre a prendere la carta igienica 🙂

  4. utente anonimo ha detto:

    il divertente è che siamo arrivati alle diffide preventive.

    cancella tutto altrimenti ti diffido…

    un’altra frase che è degna di Totò è: abbiamo dato incarico ai nostri avvocati di valutare…

    tradotto: non ho la minima idea di quello che dico però lo dico lo stesso.

    se davvero avessero i soldi per pagare pool di avvocati, forse non avrebbero bisogno di chiedere soldi agli scrittori… ma ovviamente questa è solo una mia illazione.

    ah, la mia lama è sempre assetata di editori a pagamento.

    vs.

    avvocatospadaccino

  5. Lucab78 ha detto:

    Mi fa sorridere la richiesta di “beatificazione”…Ma da quanto mi risulta, il Writers dream non è San Pietro 🙂

    Cara Ayame,di questo passo spodesterai il papa in persona! 🙂

    In effetti assomigliano un pò agli arbitri delle partite di calcio: cartellino giallo! Se continui su questa strada scatta il cartellino rosso, cioè la diffida…

  6. utente anonimo ha detto:

    Ho letto solo ora l’articolo. Grazie mille per il vostro sotegno, fa sempre piacere trovare alleti votati verso alla causa dell’informazione.

    Ancora grazie.

    Nissia

Rispondi a AyameAzuma Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *