Altrisogni n.2

Tempo fa abbiamo segnalato l’uscita di Altrisogni, una nuova rivista in formato e-book dedicata alla fantascienza, all’horror e al weird: è giunto il momento del secondo passo, il numero due, rilasciato nei giorni scorso (sempre in formato e-book a 2.88 euro e acquistabile qui).

La rivista amplia il numero di racconti (dieci contro gli otto della volta scorsa) e presenta, come sempre, interessanti recensioni (ormai è abbastanza raro leggere pareri negativi o comunque critici su pubblicazioni italiane, e fa sempre piacere scovarne qualcuno).

Questo secondo numero contiene anche un approfondimento con alcune linee guida su come scrivere un racconto di genere, un piccolo manuale – che proseguirà nei numeri successivi – che spiega come barcamenarsi tra i canoni e requisiti che deve avere un racconto fantascientifico, horror o weird.

Credo sia un aspetto molto importante, soprattutto per quegli autori che scelgono di cimentarsi in uno di questi generi senza averne conoscenza approfondita o trascurando un fatto fondamentale, e cioè che il lettore di genere è solitamente molto più smaliziato di quello generalista. In breve: non è raro che chi legge narrativa di genere sia più preparato di chi la scrive e quindi più svelto nello scovare banalità, incoerenze o imprecisioni.

L’attenzione al target in questo caso è fondamentale, e altrettanto lo è lo studio del genere a cui si vuole fare riferimento.

Mi riallaccio per l’ennesima volta alle discussioni dei giorni scorsi, le quali, evolvendosi, hanno messo in luce una tendenza spiacevole (illustrata bene in un post sul blog del WD): quella di scrivere trascurando il lettore, come se quest’ultimo fosse un elemento estraneo o passivo. Uno, il lettore c’è sempre, anche solo nella sua versione “astratta” (il lettore ideale che l’autore deve costantemente tenere presente); due, lo scrittore deve essere a sua volta un lettore, e questo non può mai porre le due figure su piani diversi.

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *