menu

Auschwitz spiegato a mia figlia

Il mese scorso, per il giorno della memoria, abbiamo segnalato alcune poesie scritte da bambini che l’Olocausto lo hanno vissuto. La domanda oggi è un’altra: come spiegare ai bambini il significato di tutto ciò?

Annette Wierviorka lo ha fatto in un libro: “Auschwitz spiegato a mia figlia”. A voi la recensione.

 

Parole quali olocausto, genocidio, ghetto vengono spiegate nei modi più semplici possibile, con continui riferimenti al contesto storico, fornendo gli adeguati esempi per evitare di fermarsi a definizioni poco comprensibili per una ragazzina… CONTINUA A LEGGERE

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *