menu

Ipse dixit

“È la letteratura contemporanea che sta cambiando in senso egocentrico e narcisista. Un tempo la gente scriveva per superare l’io ed esplorare la cultura, l’anima e Dio. Ci sono ancora i DeLillo per fortuna, ma sono pochi. Forse è colpa della frammentarietà dell’informazione: tutti sono così insoddisfatti, bisognosi e piagnucolosi. Nessuno ha pazienza, nulla basta e alla fine non esiste più il senso del trionfo e del riscatto finale. Non aiuta il fatto che siamo stati condizionati a credere che il materialismo è la soluzione a ogni nostro male, morale e sociale.”

Toni Morrison in un’intervista al Corriere

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *