menu

Vuoti a perdere

Online la recensione al bel libro di racconti “Vuoti a perdere” di Pervinca Paccini, pubblicato da Autodafé Edizioni, un piccolo editore di Milano che abbiamo già incontrato con “Il mare di spalle” di Antonio Sofia. Un editore che “incassa” una seconda recensione positiva, da parte nostra, e che si conferma un buon nome da leggere (e, perché no, con cui pubblicare).

Vuoti a perdere

Paccini ha una buona padronanza stilistica e crea situazioni realistiche, che il lettore riesce a interpretare e che offrono diverse chiavi di lettura accessibili. La notevole capacità descrittiva dell’autrice, unita all’accuratezza della scrittura e dell’osservazione e a un senso di solidarietà, di compartecipazione a ciò che viene raccontato, arricchisce chi legge; grazie anche ai dettagli ben definiti e inseriti in una cornice di senso precisa, che si ripete di racconto in racconto e che delinea una poetica abbastanza chiara.

Continua a leggere la recensione

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *