menu

Venti Nodi Zero… un anno dopo! – Parte II – Enrica Aragona

Cari amici,

eccoci alla seconda parte della nostra retrospettiva dedicata agli autori pubblicati da Studio83 su Venti Nodi Zero, un anno fa.

Lasciatemi dire, prima di presentare l’autrice di questa “puntata”, che “Venti Nodi Zero” è stato un numero molto fortunato del nostro bollettino. Oltre ad aver portato al bell’evento di reading tutto esaurito (qui la Galleria) e ad averci fatto conoscere autori e artisti, molti dei quali diventati ora anche amici, è stato anche un numero molto richiesto dai nostri lettori e molto sfogliato nel corso del Modena BUK Festival, forse grazie anche alla suggestiva illustrazione in copertina a opera di Valentina Napolitano, anche lei artista emergente.

La settimana scorsa vi abbiamo parlato di Michaela Sebokova, che ha esordito su Venti Nodi Zero e ha ora pubbilcato il suo primo romanzo con Besa Editore, presentato a Torino la settimana scorsa. Passiamo ora a parlare di un’altra autrice di Venti Nodi Zero che in quest’ultimo anno ha avuto un’attività letteraria molto soddisfacente e ricca di pubblicazioni: Enrica Aragona.

È già passato più di un anno da quando Studio83 mi ha offerto la possibilità di pubblicare il mio racconto “Gianni il Mostro” su Venti Nodi  Zero. Fino a quel momento la mia carriera di aspirante scrittrice si era limitata a una miriade di micropubblicazioni: racconti in antologie, selezioni editoriali per racconti brevi, citazioni di merito in vari concorsi ecc…

“Gianni il mostro” e una storia che al di là del pulp ci parla di solitudine, amore, vuoto emotivo, raccontati in modo umano e con uno stile essenziale e paratattico. Un bel racconto, quindi, che si fa ricordare.

Ma io volevo di più: volevo pubblicare un romanzo, quello che mi avrebbe fatto fare il salto da “aspirante scrittrice” a “scrittrice esordiente”. Ero ai piedi di una lunga scalinata, ma il primo gradino sembrava talmente alto da non riuscire a salirlo.
Ma da quel marzo del 2012 qualcosa è cambiato: nel giro di un anno o poco più il mio curriculum letterario si è arricchito di ben tre romanzi. “Sono quello che vuoi” con Edizioni La Gru, “Potevate anche dirmelo!” con Sesat Edizioni e il recentissimo “Io che non ero come lei” uscito il mese scorso con l’Erudita Editrice.

Congratulazioni! Il primo passo è solo un primo passo, e il prosieguo della strada è sempre affidato alla propria intraprendenza, volontà, costanza. Ma alla domanda:
“Che cosa ha significato per te l’esperienza di Venti Nodi Zero? La rifaresti?”
Enrica è stata tanto generosa da rispondere:

Lo rifarei immediatamente: pubblicare su Venti Nodi è stato come appendermi al collo un talismano che non ho alcuna intenzione di togliermi.

Grazie a Enrica Aragona e tanti auguri per il suo percorso, che siamo certi ha ancora tante soddisfazioni da darle.

Studio83 non si ferma qui: è attivo e operatvo il nostro concorso letterario “I Ritornanti“, che prevede un bel premio, la pubblicazione con un bravo editore e il nostro affiancamento, che non si ferma al concorso o all’happening in sé ma è pensato per durare, per seguire e affiancare gli autori nelle loro conquiste.
Studio83 lavora per il vostro successo!

 

Condividi il post

2 Replies to “Venti Nodi Zero… un anno dopo! – Parte II – Enrica Aragona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *