Io sono Richard Matheson

Leggiamo con grande dispiacere che un altro grande scrittore della vecchia guardia horror e sci-fi americana ci ha lasciato: si tratta di Richard Matheson, universalmente noto come l’autore di “Io sono leggenda”, splendido e inquietante romanzo più volte trasposto su pellicola.

Matheson aveva iniziato a scrivere da ragazzo come giallista, ma l’incontro con “Dracula” ispirò la sua idea migliore (appunto, “Io sono leggenda”). Nonostante i duri lavori ai quali lo costrinsero le scarse finanze, negli anni Cinquanta riuscì a essere abbastanza prolifico, spesso dedicandosi alla scrittura durante la notte (alcuni dei suoi romanzi più famosi, “Tre millimetri al giorno” e “Io sono Helen Driscoll”, risalgono a quel periodo). Lavorò anche come sceneggiatore, spesso adattando le proprie opere, ma anche creando materiale ex-novo, come nel caso della sua collaborazione alla mitica serie “Ai confini della realtà”.

Tra gli ultimi film tratti da sue opere ricordiamo il recente “The box” (2009), diretto dal regista di “Donnie Darko” con Cameron Diaz protagonista. Il film traspone su pellicola uno dei racconti più belli e inquietanti di Matheson (“Button, button”, apparso su Playboy nel giugno del 1970): una coppia riceve da uno sconosciuto una scatola con dentro un pulsante rosso. Premendolo riceverà un milione di dollari, ma una persona da qualche parte nel mondo morirà. Sono gli interrogativi sinistri e controversi di una fantascienza nei suoi anni migliori, che Matheson, con il suo lavoro e la sua immaginazione, ha contribuito ad arricchire.

“The box” (2009). E tu, premeresti il pulsante?
Condividi il post

One Reply to “Io sono Richard Matheson”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *