menu

Città e romanzi: un viaggio tra fiction e realtà

Alcuni scrittori italiani hanno celebrato, nei loro romanzi, le città in cui sono nati e cresciuti, o in cui hanno vissuto e che hanno amato. Quali sono gli autori e i romanzi maggiormente legati alle nostre città? Ecco un gioco che ci farà riscoprire grandi classici e luoghi ricchi di storia.

1) Città tra le più più belle e visitate al mondo, Firenze è stata celebrata da innumerevoli autori, uno dei quali fu Vasco Pratolini. La Via del Corno in “Cronache di poveri amanti”, le sue “Ragazze di San Frediano”, il fermento della rivoluzione operaia in “Metello”, tutto è immerso nella città che diede i natali a Pratolini, con le sue strade, i suoi personaggi bizzarri, e la Storia che si è consumata tra i suoi palazzi e i suoi quartieri.

“Il rione di Sanfrediano è “di là d’Arno”, è quel grosso mucchio di case tra la riva sinistra del fiume…”

2) Quando si parla del connubio Milano-letteratura, uno dei primi nomi che salta alla mente è senza dubbio Giorgio Scerbanenco. Ucraino di nascita, trasferitosi da bambino a Roma e poi a Milano, ha qui ambientato – tra le altre cose – il suo celebre ciclo di Duca Lamberti, saga che ha contributo a rendere Scerbanenco uno dei più importanti autori di giallo e noir italiani. La sua è una Milano cupa, malata e violenta, dove anche gli eroi sono personaggi controversi.

 

“Così era dolce dormire in quell’alba di febbraio, nella dolce grande città di Milano. E continuare a dormire, insieme, anche con la nuca forata dai proiettili…”

3) Se avete passeggiato nel parco subito fuori le mura di Ferrara, probabilmente avete subito pensato a “Il giardino dei Finzi-Contini”, romanzo più famoso di Giorgio Bassani – il quale, con questa opera e altre (come le “Cinque storie ferraresi”) ha reso omaggio alla splendida città. Bassani nacque a Bologna, ma i suoi genitori erano di Ferrara ed è lì che ha trascorso infanzia e adolescenza; lì ha quindi ambientato la maggior parte delle sue opere, dove luoghi e memoria sono legati in atmosfere di incanto e amarezza.

“…sia suggellato qui quel poco che il cuore ha saputo ricordare.”

Continuate voi? Magari anche parlando della vostra città, qualunque essa sia 🙂

Condividi il post

2 Replies to “Città e romanzi: un viaggio tra fiction e realtà”

  1. Salve ha detto:

    Manca il nostro amato Sud, sempre troppo bistrattato:

    4) Quando si parla di Napoli, la città tipicamente ricordata nelle canzoni e conosciuta in tutto il mondo, vorrei ricordare un caro autore Giuseppe Marotta con la sua celebre raccolta di racconti: L’oro di Napoli.

    “Ecco una città e un popolo ferocemente percossi dalle sventure della guerra, e sul suo conto dei quali si pronunzia spesso la parola ‘eroismo’. Questo termine marmoreo io lo ritengo superato.
    La possibilità di rialzarsi dopo ogni caduta; una remota, ereditaria, intelligente superiore pazienza. Arrotoliamo i secoli, i millenni, e forse ne troveremo l’origine nelle convulsioni del suolo, negli sbuffi di mortifero vapore che erompevano improvvisi, nelle onde che scavalcavano le colline, in tutti i pericoli che qui insidiavano la vita umana; è l’oro di Napoli questa pazienza.”

    “Il mare è a due passi, assorto e solenne davanti a questo martirio come un’acquasantiera. Non appena il cielo sarà sgombro di minacce i napoletani intingeranno le dita in questa cara acqua benigna, e fattisi il segno della croce ricominceranno a lavorare e a ridere”.

    Adesso continuate voi 😉

    1. giuliaS83 ha detto:

      Salve! Grazie del commento e aggiungo: hai proprio ragione! Il Sud Italia è un crogiuolo di luoghi letterari, e seguiremo il tuo consiglio: dedicheremo sicuramente altri post al riguardo. Le citazioni che hai postato sono davvero bellissime, in particolare la seconda, che per quanto mi riguarda mi ha scatenato una specie di nostalgia atavica, dato che mio nonno che non ho mai conosciuto era un napoletano DOC (come da cognome: Abbate ti dice niente? ^^) Quindi grazie davvero per il tuo contributo! E continua a seguirci 🙂

Rispondi a giuliaS83 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *