menu

Ipse dixit: sulla narrativa fantascientifica

“La science-fiction esiste perché il cervello umano desidera, prima di ogni altra cosa, stimoli sensoriali e intellettuali, e la prospettiva eccentrica, insieme al mondo inventato, offre stimoli illimitati. Si scrive SF perché la mente umana è per natura creativa, e nella creazione del mondo di un racconto di SF l’immaginazione umana deve essere utilizzata al massimo.”

(Philip K. Dick)

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *