menu

Terra promessa e Canti d’Abisso

Due argomenti interessanti: la decrescita, immaginata e proiettata nel futuro; e l’abisso, con il suo fascino oscuro e misterioso. Sono i temi alla base di due antologie fresche d’uscita: “Terra promessa”, edita da Tabula Fati, e “Canti d’Abisso”, edita da Origami. Entrambe hanno una caratteristica speciale, ovvero contengono un racconto scritto dalla nostra Giulia Abbate, selezionata in entrambi i casi. Brava!

Terra promessa“, curata da Gian Filippo Pizzo, contiene dieci racconti sul tema della decrescita, la cui domanda-input è: eliminando qualcosa dalla nostra modernità si vivrebbe meglio? Gli autori hanno immaginato scenari di vario genere e li hanno trasformati in racconti (tra i quali segnaliamo “Il nostro seme inquieto” di Giulia Abbate).

“Ventitré visioni fantastiche dove orrore, grottesco e bizzarro si sciolgono si sciolgono nell’acqua di un mare denso di storie da raccontare”. L’abisso, tema portante dell’antologia “Canti d’abisso“, dà vita a ventitré intriganti racconti (uno dei quali, “Aspetta, mare nero”, di Giulia Abbate).

Buona lettura! 🙂

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *