menu

Ritornanti: resoconto della presentazione

Si è conclusa venerdì scorso l’epopea dei Ritornanti, almeno per quanto riguarda il percorso iniziato con il contest e approdato all’omonima antologia presentata dal vivo alla biblioteca Accursio di Milano. Affiancate da Antonio Zoppetti, noto in rete come Zop, abbiamo radunato un pubblico molto vario per età e interessi in quella che è stata una chiacchierata di gruppo su molti temi. C’è stato interesse verso la questione dell’editoria digitale, argomento che ancora perplime numerosi lettori e sul quale abbiamo detto la nostra su invito del pubblico; è stata poi affrontata la questione dell’horror, della narrativa di genere e sono intervenuti gli autori per parlarci dei loro obiettivi e di ciò che li ha portati a partecipare.

Pubblico e autori nella sala della biblioteca Accursio

Come abbiamo fatto sulla nostra pagina Facebook, vogliamo ringraziare Mimma Marchesini, Ughetta Aleandri, Matteo Daniele Gualtieri, Paride Marseglia e Danilo Castellano per essere stati presenti e aver portato il loro entusiasmo e la loro esperienza: grazie davvero di aver voluto arricchire questa fase del percorso.

Per introdurre l’antologia ai presenti ci siamo affidati alla bravura di due attrici, Giusy Risorto e Lorella Sala della compagnia teatrale “I Senza-Rete, che hanno interpretato brani scelti dai racconti. Zop ci ha poi parlato del ritornante nella letteratura affrontando l’argomento dal punto di vista culturale e antropologico; Elena Di Fazio ha presentato il progetto “Ritornanti”, la sua genesi e ha illustrato i dieci racconti finalisti e i temi in essi affrontati.

Danilo Castellano, autore del racconto “Amore materno, amore eterno”, ci racconta come si è accostato alla scrittura

Il momento delle domande da parte del pubblico si è trasformato in un interessante scambio di opinioni su vari argomenti, dall’editoria digitale alla scelta di dedicarsi alla narrativa horror – punto, quest’ultimo, che ha visto gli autori vincitori raccontare a tutti la loro esperienza e il loro percorso.

Mimma Marchesini, autrice del racconto “Una questione di giustizia”

Infine, per coinvolgere il pubblico in modo più interattivo, abbiamo sperimentato il nostro “quiz mostruoso“, una lista di trivia sul genere horror con premi per chi dava la risposta corretta. Tra Poe, Stephen King, Dylan Dog e mummie siberiane siamo giunti al termine della presentazione, che si è conclusa con un momento più informale di chiacchiere e condivisione davanti a un buffet e un bicchiere di vino.

Elena Di Fazio e Zop parlano della genesi dei Ritornanti

In conclusione, quindi, questa seconda esperienza di Studio83 con un evento dal vivo si è rivelata altrettanto positiva, un’occasione di proficuo confronto con lettori e autori, che sono due dei motori fondamentali dell’editoria. Il piacere più grande è stato conoscersi di persona, interagire, scambiarsi idee e progetti in un contesto accogliente come quello della biblioteca Accursio di Milano. A questo proposito, non finiremo mai di ringraziare le bibliotecarie della Accursio per la loro gentilezza e disponibilità; ugualmente, grazie alle due attrici che hanno reso speciale la presentazione con la loro performance.

Adesso non resta che continuare con la promozione dell’antologia, che – vi ricordiamo – può essere acquistata in formato cartaceo o scaricata in e-book.

A presto e buona scrittura/lettura a tutti!

 

Piccolo update: qui potete leggere un articolo sulla presentazione scritto da Danilo Castellano e qui un articolo di Corso Italia News sull’evento

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *