menu

Buon ferragosto!

Buon Ferragosto a tutti voi, ovunque vi troviate!

Devo ammettere che non conoscevo bene le origini di questa festività estiva, e a parte qualche augurio di rito non l’ho mai tenuta in molta considerazione. Non ero l’unica: su Google le ricerche più quotate sono “ferragosto significato” e “ferragosto cosa si festeggia”.

Già: cosa festeggiamo oggi?

Il termine Ferragosto deriva dalla locuzione latina feriae Augusti (riposo di Augusto) indicante una festività istituita dall’imperatore Augusto nel 18 a.C. che si aggiungeva alle esistenti e antichissime festività cadenti nello stesso mese, come i Vinalia rustica o i Consualia, per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli.

Da Wikipedia

Conso era il dio protettore dei granai e in generale degli approvvigionamenti. Le Consualia vengono fatte risalire dallo storico Tito Livio addirittura a Romolo: le celebrazioni attiravano i popoli vicini, e sfruttando ciò Romolo organizzò durante una di esse il famigerato Ratto delle Sabine.

“Il Ratto delle Sabine” nella rappresentazione classicheggiante di Piero da Cortona. Da “21 agosto Consualia”

La Chiesa cristiana copia a sua volta il modo di fare latino e “innesta” sulla festività pagana una propria lettura, per impadronirsi a sua volta della festa: lasciamo loro il comportamento, mutandone il significato. Eppure questo sincretismo coatto in un certo senso preserva anche, permette a ciò che è più antico di continuare a vivere, sotto la cenere, sperando di rifiorire in momenti più propizi.

Durante le antiche Consualie non si lavorava, ci si riposava e si banchettava insieme: ai plebei venivano offerti banchetti dai ricchi proprietari e anche gli animali venivano lasciati a riposo e bardati con ghirlande di fiori.

Non dimentichiamo che anche nel lavoro creativo il riposo e la pausa è una fase imprescindibile per “funzionare” meglio.

[Leggi: Per scrivere felice: prenditi una pausa!]

È bello celebrare il valore del riposo dopo un’intensa stagione di lavoro!
Buona lettura e buon riposo!

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *