menu

Consigli di lettura: ottobre!

Da articoli saltuari a una rubrica fissa: i nostri consigli di lettura hanno preso piede sul blog e abbiamo deciso di dedicare loro un post al mese. E poiché ci è piaciuta anche l’idea di raggrupparli per insiemi tematici, come generi letterari o argomento, per questo mese di ottobre abbiamo pensato di concentrarci su un periodo storico (contro)culturalmente denso: gli anni Sessanta! Opere degli anni Sessanta, opere sugli anni Sessanta, opere che ne celebrano o ne raccontano il percorso e i sentimenti.

La vita segreta delle api (The secret life of bees), di Sue Monk Kidd. South Carolina, primi anni Sessanta, razzismo, violenza familiare e un lungo viaggio alla ricerca di se stessi in un’America che a sua volta riscriveva il proprio volto e la propria cultura. La protagonista è la giovanissima Lily Melissa Owens, vittima di un padre violento e piegata da una colpa che ha sconvolto la sua esistenza. Un giorno decide di lasciare la casa paterna e inizia un viaggio che la porterà per le controverse strade degli Usa.

Norwegian Wood (Noruwei no mori), di Haruki Murakami. Un punto di vista insolito sui tumultuosi ambienti universitari degli anni Sessanta, quello di un ragazzo giapponese che vive una relazione profonda e complessa con due ragazze, Naoko e Midori, una l’opposto dell’altra. Un’opera monumentale sulla vita, sulla morte, sul cambiamento, e uno dei capolavori di Murakami più amati dai lettori.

Love Story, di Erich Segal. Il romanzo è nato dopo il film, o meglio dopo la sceneggiatura: fu basandosi su quest’ultima, da lui scritta, che Erich Segal produsse la versione cartacea del film diretto da Arthur Hiller. La storia è ben nota e racconta la travagliata relazione tra due giovani appartenenti a classi sociali diverse negli ambienti universitari americani degli anni Sessanta. La pellicola viene ricordata come uno dei film sentimentali più commoventi di sempre, il romanzo è meno noto ma racconta la stessa storia con un mezzo differente.

Porci con le ali, di Marco Lombardo Radice e Lidia Ravera. Il romanzo è degli anni ’70 e racconta tramite una doppia voce (gli adolescenti Rocco e Antonia) impegno politico, pulsioni sessuali e una lotta ai valori borghesi, percepiti come limitanti e negativi, che non sempre rispecchia i sentimenti autentici dei due. Una parabola sulla necessità dei giovani di non prendersi troppo sul serio e di avvicinarsi al sesso e alla maturità con serenità e libertà emotiva.

Il tempo di Woodstock, di Ernesto Assante e Gino Castaldo. Un saggio sulla musica e sul ruolo fondamentale che ha avuto negli anni Sessanta, intesi come controcultura e movimento giovanile: all’apice c’è il concerto di Woodstock, qui ripercorso con partecipazione e nostalgia.

woodstock

 

Buona lettura!

Per altri consigli di lettura, consulta il Tag: Consigli di Lettura del blog di Studio83

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *