menu

Halloween! – Consigli di lettura per bambini e ragazzi

Doppio appuntamento, questa settimana, con i consigli di lettura a tema Ognissanti!

La festa di Halloween mi piace molto, sia per gli antichi significati legati al tema del passaggio e del ritorno, sia perché posso divertirmi a interpretarli insieme alle mie bambine: è facile quindi appassionarsi, quando si parla di lavoretti, travestimenti, mostri e dolciumi.

halloween

Dopo i consigli di lettura horror dedicati agli adulti, ecco qualche proposta di lettura da fare insieme ai piccoli.

Un grande classico adatto a tutte le età sono le Fiabe del Focolare dei Fratelli Grimm. Bando alle ciance elfofantasy e alle carinerie disneyane, queste sono fiabe con i controfiocchi che in più punti vi faranno rabbrividire. Joseph Grimm affermò infatti:

Le fiabe per bambini sono mai state concepite e inventate per bambini? Io non lo credo affatto e non sottoscrivo il principio generale che si debba creare qualcosa di specifico appositamente per loro. Ciò che fa parte delle cognizioni e dei precetti tradizionali da tutti condivisi viene accettato da grandi e piccoli, e quello che i bambini non afferrano e che scivola via dalla loro mente, lo capiranno in seguito quando saranno pronti ad apprenderlo. È così che avviene con ogni vero insegnamento che innesca e illumina tutto ciò che era già presente e noto, a differenza degli insegnamenti che richiedono l’apporto della legna e al contempo della fiamma.

Le Fiabe del Focolare dei Fratelli Grimm non risparmiano quindi dettagli e storie tenebrose e raccapriccianti. Orchi e troll che mangiano le proprie figlie, dita mozzate, scenari lugubri ispirati alle fredde e nere foreste tedesche…. Manca solo un aspetto: quello sessuale, che i Grimm epurarono consapevolmente dalla loro selezione del folclore europeo.
Ma dato che qui parliamo di letture fatte insieme, forse in questo caso ci hanno fatto un piccolo favore 🙂

Un altro libro amato da grandi-e-piccini-e-incontentabili-adolescenti è “Le streghe” di Roald Dahl: romanzo avvincente e grottesco che racconta della lotta impari di un bambino aiutato da sua nonna contro le orribili streghe cattive. Io lo lessi in prima o seconda media. L’adunanza delle streghe e l’inimitabile finale sono immagini stampate nella mia mente, che non dimenticherò mai.

Nelle fiabe le streghe portano sempre ridicoli cappelli neri e neri mantelli, e volano a cavallo delle scope.
Ma questa non è una fiaba: è delle STREGHE VERE che parleremo.
Ci sono alcune cose importanti che dovete sapere, sul loro conto; perciò aprite bene le orecchie e cercate di non dimenticare quel che vi dirò.
Le vere streghe sembrano donne qualunque, vivono in case qualunque, indossano abiti qualunque e fanno mestieri qualunque.
Per questo è così difficile scoprirle.

Viriamo sul leggero, con un libro illustrato che farà la gioia dei nanerottoli più esigenti. Il Manuale Antistreghe di Catherine Leblanc, edito da Lapis, è simpatico e interessante, fatto di dettagli e di ironici controincantesimi.

(Esiste anche il Manuale Antipirati, per bambine e bambini avventurosi o per chi si è stufato delle streghe e vuole ampliare un po’ il tema!)

Nessuno, e dico nessuno, da zero a novantanove anni, può resistere alla simpatia nera dei paperi di Carl Barks!
Con il suo Trick or Treat ci ha raccontato la movimentata notte di Paperino: che decide di muovere guerra ai tre poveri Qui Quo Qua, ma non ha fatto i conti con la Strega Nocciola (alla sua primissima apparizione) e i suoi terribili aiutanti.

Carl Barks, Halloween in Duckburg, 1973

Partito da un cortometraggio animato, Barks realizzò poi la storia a fumetti, che in Italia venne pubblicata negli anni ’70. Allora Halloween era sconosciuta, e la traduzione italiana decise di modificarla in… Carnevale!

Ecco qui anche il cortometraggio animato. Mentre si fa buio, e aspettate che mostri e mostriciattoli vi bussino alla porta… prendetevi sette minuti per guardarlo tutti insieme.
E Buon Ognissanti a tutti!

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *