menu

Haven – Dal libro alla tv

(Molto) liberamente ispirata al romanzo di Stephen King “Colorado Kid”, la serie televisiva “Haven” racconta l’arrivo nell’omonima cittadina costiera del Maine di un’agente dell’FBI, Audrey Parker, sulle tracce di un evaso. Giunta sul posto lega con Nathan Wuornos, figlio dello sceriffo, e insieme a lui inizia una lunga indagine su qualcosa di ben più inquietante e misterioso. Fra gli abitanti di Haven si stanno infatti manifestando i cosiddetti “Problemi”, simil-poteri più o meno controllabili e più o meno distruttivi. Ogni episodio racconta il manifestarsi di un Problema e la storia della persona che ne è portatrice, mentre si dipana un arco narrativo più complesso che riguarda Audrey e la sua identità.

La donna, infatti, viene in possesso di una fotografia scattata nel 1983, al tempo in cui si indagava sul caso di “Colorado Kid”, un cadavere rinvenuto sulla riva: nella foto appare una donna identica a lei in tutto e per tutto. Molti la ricordano col nome di Lucy Ripley, arrivata a Haven durante l’ultima ondata di Problemi, e Audrey crede che si tratti di sua madre biologica, mai conosciuta di persona. In seguito a una particolare scoperta, però, Audrey capisce che il suo legame con la donna della foto è diverso da ciò che credeva, e l’apparizione di un’altra agente dell’FBI che porta il suo nome infittisce il mistero…

I punti in comune fra “Colorado Kid” e “Haven” sono in realtà pochi, a partire dall’ambientazione: se il romanzo era posizionato nello spazio asfissiante di un’isoletta, Moose-Lookit Island, la serie tv si svolge invece in una cittadina sulla costa, di più ampio respiro da ogni punto di vista. La protagonista del romanzo era una giovane giornalista, Stephanie McCann, incaricata di scoprire di più su un cadavere (Colorado Kid, come nel telefilm) trovato nel 1980; qui abbiamo, come già detto, un’agente dell’FBI dal passato misterioso.

Altri due personaggi fondamentali della serie (e che non appaiono nel libro) sono il sopra citato Nathan Wuornos (Lucas Bryant) e il trafficante locale Duke Crocker (interpretato dal bravo Eric Balfour). Fra i comprimari troviamo anche William Shatner in un ruolo chiave nella quinta e ultima stagione.

La serie entrò in produzione nel 2009 per la E1 Entertainment, che lavorò all’adattamento insieme allo stesso Stephen King. Inizialmente erano previsti solo tredici episodi, presto acquistati dal network Syfy: il pilota fu scritto dagli sceneggiatori Jim Dunn e Sam Ernst. Le location scelte per girare furono alcune cittadine costiere della Nuova Scozia, dalle parti di Halifax. La serie ha debuttato su Syfy nel 2010 ed è stata rinnovata per cinque stagioni, ma all’annuncio della quinta fu anche comunicato che sarebbe stata l’ultima.

L’attrice protagonista Emily Rose

Malgrado le innumerevoli differenze con “Colorado Kid”, “Haven” ha il pregio di mettere su un intreccio molto più ampio e complesso rispetto al romanzo, con una lunga lista di personaggi e un intrico di misteri che si accumulano e si svelano man mano che la storia procede. Dell’eredità di King si percepisce proprio l’attenzione a una moltitudine di storie, personaggi marginali le cui vicende e i cui drammi entrano comunque a far parte del flusso narrativo principale: una caratteristica peculiare del Re del Brivido, che ha reso i suoi romanzi unici e ha fatto amare il suo stile in tutto il mondo.

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *