menu

Accadde oggi… 18 maggio!

Oggi è il 18 maggio… cos’ha di speciale questa data? Nulla, o meglio: è speciale come qualunque altra data! Dando un’occhiata all’almanacco del giorno, infatti, possiamo scoprire tanti eventi e dettagli interessanti, che ci riconducono alla nostra passione principale… ovvero i libri!



Per esempio, il 18 maggio 1652 il Rhode Island approvò la prima legge negli Stati Uniti d’America che dichiarava illegale la schiavitù. Il percorso verso l’effettiva caduta della schiavitù nel mondo sarebbe stato ancora lungo (e non è concluso tutt’oggi, purtroppo)… tra i romanzi abolizionisti più celebri c’è senza dubbio “La capanna dello zio Tom”, di Harriet Beecher Stowe, a suo tempo best-seller e ancora oggi considerato un classico della letteratura nordamericana.

“La capanna dello zio Tom” è stato spesso contrapposto a un altro classico: “Via col vento” di Margaret Mitchell, che invece proponeva una narrazione edulcorata e razzista degli schiavi nel profondo Sud. Ne abbiamo parlato qualche mese fa all’interno della nostra rubrica Un classico al mese.

Esattamente 108 anni fa, a Stockport, nel Regno Unito, nacque Fred Perry: un nome leggendario nell’ambito del tennis, grazie ai tre tornei di Wimbledon che vinse nel 1934, 1935 e 1936; ma anche, nel campo dell’abbigliamento sportivo, per l’azienda che fondò e che porta il suo nome. Fu la prima a produrre e commercializzare la celebre maglietta “polo”, divenuta un classico.

E il tennis è al centro di un apprezzatissimo romanzo di David Foster Wallace del 1996, “Infinite Jest”. Ambientato in un futuro prossimo nei sobborghi di Boston, affronta temi come la dipendenza, il potere della pubblicità, la mercificazione di ogni cosa (perfino del tempo: nel romanzo, gli anni prendono il nome del prodotto che li sponsorizza!).

Il 18 maggio del 2010, solo otto anni fa, moriva Edoardo Sanguineti, scrittore, poeta, docente, politico e membro del celebre movimento di neoavanguardia letteraria Gruppo 63, nato a Palermo nell’ottobre del 1963. Tra le altre cose, il gruppo fondò tre riviste (“Malebolge”, “Quindici” e “Grammatica”), per poi sciogliersi nel 1969.

Il 18 maggio dello stesso 1969, alle ore 16.49.00 UTC, l’Apollo 10 veniva lanciato dalla rampa 39B del Kennedy Space Center a Cape Canaveral, Florida. Era la quarta missione con equipaggio del Programma Apollo e prevedeva il collaudo del modulo in orbita lunare, preparando la strada alla storica missione successiva, l’Apollo 11.

La luna non ha ancora smesso di farci sognare mondi e colonie lontane, come nel romanzo di recente uscita “Artemis” di Andy Weir, che si era fatto notare negli anni scorsi con “The martian” (divenuto subito un filmone hollywoodiano con Matt Damon: il libro lo abbiamo recensito qui, il film qui). Stavolta Weir immagina una città sulla Luna, chiamata appunto Artemis.

(Già che ci siamo, ricordiamo anche il romanzo “Ucronia” della nostra Elena Di Fazio, vincitore del Premio Odissea, ambientato nel 1969 e incentrato, tra le altre cose, sulla grande attesa per lo sbarco sulla Luna!)

E per questo 18 maggio abbiamo finito: buon venerdì e buon weekend di letture! 🙂

 

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *