menu

The Terror – Dal libro alla tv

Dan Simmons, scrittore noto soprattutto per i suoi apprezzatissimi romanzi di fantascienza (in particolare la saga di Hyperion), ha più volte frequentato i generi narrativi più disparati. Nel 2007 uscì il suo romanzo “The Terror”, pubblicato in Italia da Mondadori con il titolo “La scomparsa dell’Erebus” (nella nuova edizione fresca di stampa è stato lasciato il titolo originale).

L’opera si basa su eventi storici reali: nel 1845 l’Erebus e la Terror, due navi della Marina Britannica, salparono alla volta del “passaggio a Nord-Ovest”, rotta artica allora in esplorazione. L’obiettivo era tracciare definitivamente la rotta che avrebbe permesso alle spedizioni successive di passare con facilità dall’Atlantico al Pacifico attraverso i ghiacci del Polo Nord. Come molti sanno, la spedizione non ebbe successo e le due navi scomparvero nel nulla, lasciando ovviamente una scia di domande su cosa fosse accaduto all’equipaggio.



Se il comandante Franklin morì nel 1847 e i sopravvissuti si avventurarono a piedi tra i ghiacci, guidati dal capitano Francis Crozier, cosa accadde loro? Fu l’inaffrontabile gelo dell’artico a ucciderli, o qualcosa di molto più oscuro? Dan Simmons, dopo un lungo lavoro di documentazione, partì da questa domanda per progettare un romanzo d’avventura, un thriller cupo e serrato che ricostruisce, usando ovviamente la fantasia, quello che potrebbe essere accaduto agli equipaggi delle due navi.

Le navi HMS Erebus e HMS Terror nel 1840 (fonte: Wikipedia)

Il 25 marzo di quest’anno, sul canale statunitense AMC e su Amazon Prime Video, è stata distribuita una serie tv basata proprio sul romanzo di Simmons, intitolata anch’essa “The Terror”. Con Jared Harris nei panni di Crozier e Ciaràn Hinds in quelli di Franklin, la serie vede tra i produttori esecutivi lo stesso Dan Simmons, nonché Ridley Scott; mentre del soggetto, basato sul romanzo, si è occupato David Kajganich.

La serie punta su un’accurata riproduzione degli interni delle due navi, ambienti sobri ed eleganti da un lato, claustrofobici dall’altro, mostrandoci i protagonisti che si avventurano in un vero e proprio mondo alieno. Gli effetti sonori aumentano il senso di straniamento: lo scricchiolio del fasciame sotto la morsa dei ghiacci, il sibilare del vento gelido, il silenzio assordante dei pianori bianchi.

La prima stagione di “The Terror” si articola in dieci episodi. I primi sono davvero intriganti e suggestivi, soprattutto per l’equilibrio con cui mettono in scena l’elemento (forse?) soprannaturale; e dei successivi non dico nulla per evitare spoiler. Nel complesso, la serie spicca per le ottime scelte di casting e per il grandissimo lavoro di costruzione dell’atmosfera.

Il relitto dell’Erebus fu rinvenuto pochi anni fa (qui un articolo del National Geographic sull’argomento) e, successivamente, anche la Terror è stata identificata (altro articolo del National Geographic qui). In attesa di sapere cosa accadde realmente, non ci resta che goderci il romanzo di Simmons e la serie tv su Amazon Prime Video: in questa estate torrida, sapranno sicuramente farci venire i brividi di freddo.

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *