menu

Giornata mondiale della poesia!

Oggi è il primo giorno di primavera, un momento importante anche dal punto di vista letterario: è infatti l’occasione per celebrare la Giornata Mondiale della Poesia, patrocinata dall’UNESCO.

Dalla silloge emerge un forte coinvolgimento emotivo, un modo per trasformare il proprio intimo in qualcosa di esterno e tangibile come la poesia: ed è anche un modo per dargli una forma, un ordine, una struttura; di dialogare, insomma, con la propria interiorità.

(da una scheda di valutazione di Studio83 – Servizi Letterari)

La poesia è una forma d’arte complessa, sia da produrre che da fruire; tuttavia è amata da moltissimi autori e autrici, lettori e lettrici. Per tante persone, scrivere poesie è un modo per connettersi con la propria intimità, di riscoprire la propria voce nascosta, usando un canale di comunicazione che preveda un interlocutore per eccellenza: il lettore.

Naturalmente, a questa spinta comunicativa deve sempre accompagnarsi un profondo e doveroso studio della poesia come forma d’arte: i suoi strumenti, i suoi stilemi, le sue strutture, esattamente come fa chi scrive prosa.

La poesia è ambivalente: da un lato è estremamente intima, dall’altro è concepita per essere letta da terzi. Per questo è più difficile tirarla fuori dal cassetto, ma ciò non significa che non valga la pena rischiare.

(da una scheda di valutazione di Studio83 – Servizi Letterari)

In questi anni abbiamo lavorato spesso con autori e autrici che ci hanno sottoposto i loro componimenti per una valutazione. Tenendo presente che poesia e prosa sono due mezzi espressivi differenti, e che quindi l’approccio dell’editor è diverso, le schede sono utili innanzitutto a confrontarsi con un “lettore terzo”, tirando i componimenti fuori dal cassetto per capire come possono essere recepiti all’esterno. Questo “esterno”, nel nostro caso specifico, è anche un lettore professionale e un editor professionista: le schede diventano quindi occasioni per restituire una fotografia completa dei versi, delle tematiche affrontate, della resa e tenuta di una silloge.

Il fatto che la poesia sia anche intima e personale non deve mai essere un alibi verso il confronto, lo studio e l’apprendimento. Per aggirare una regola occorre prima conoscerla a menadito.

(da una scheda di valutazione di Studio83 – Servizi Letterari)

Di solito, al termine di ogni scheda suggeriamo un elenco di testi da reperire in biblioteca; testi che possono ampliare la “cassetta degli attrezzi” del poeta, che è importante quanto quella dello scrittore di prosa!

Conoscere e padroneggiare questi strumenti ci renderà anche più sensibili agli spunti, alle idee, alle sensazioni che sono ogni giorno intorno a noi e che, a loro volta, ci daranno nuove idee su cui costruire componimenti sempre più raffinati e professionali.

In narrativa occorre avere qualcosa da dire e i mezzi per farlo. Il discorso non è molto diverso quando parliamo di poesia.

(da una scheda di valutazione di Studio83 – Servizi Letterari)

Per chi volesse mettersi in gioco in altro modo, per esempio con i concorsi letterari, poco tempo fa ne abbiamo segnalati diversi a cui potete iscrivere i vostri componimenti. Qui l’articolo in cui ne abbiamo parlato!

Per chi invece cercasse una valutazione professionale, basta cliccare sull’immagine qui sotto per chiedere un preventivo personalizzato e senza impegno. A presto e buone scritture!

Condividi il post

One Reply to “Giornata mondiale della poesia!”

  1. Marco Bocci ha detto:

    Di solito, le giornate mondiali sono istituite per sensibilizzare l’opinione pubblica su qualche tema delicato o critico. Ho paura che la Giornata mondiale della poesia non faccia eccezione. In definitiva, resta sempre attuale il famoso discorso sul mestiere del poeta pronunciato da Wislawa Szymborska in occasione del ritiro del premio Nobel per la letteratura 1996.
    Tanti auguri per i Vostri… 12 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *