menu

Studio83 @BookCity Milano 2019 – Ecco com’è andata! #BCM19

Dal 13 al 17 novembre 2019, Milano ha ospitato l’ottava edizione del festival diffuso BookCity: una miriade di eventi libreschi e letterari che si sono svolti in tutta la città, dalle sedi istituzionali, alle librerie, alle biblioteche, ai luoghi pubblici e privati, finanche ai salotti delle case!

Per diversi anni abbiamo assistito a eventi in qualità di ascoltatrici e pubblico: quest’anno siamo felici di esserci state anche come relatrici! L’impegno ha riguardato la “metà milanese” di Studio83, Giulia Abbate, che ha animato due panel dedicati alla scrittura di genere.

La prima conferenza si è tenuta venerdì 15 novembre alle 16:00 e oltre alla relatrice Giulia Abbate ha visto come relatori Franco Ricciardiello e Stefano Di Marino, notissimi autori rispettivamente di fantascienza (Ricciardiello ha vinto un Premio Urania che è tra i più venduti di sempre) e di action-thriller (Stefano Di Marino è autore di innumerevoli e amati Segretissimo).

La seconda conferenza c’è stata il giorno dopo, sabato 16 novembre alle 15:00, ed è stata più che altro una bella e animata chiacchierata.

Intorno a un tavolone della toasteria Mi Casa, si sono trovati l’editore Giorgio Raffaelli, la scrittrice Franci Conforti, il giornalista-curatore-saggista Emanuele Manco e Giulia Abbate per parlare di scrittura e immaginazione di testi fantastici. Manuel Figliolini, direttore de La Bottega del Giallo, ha coordinato l’incontro con grande competenza.

Entrambi gli eventi sono andati molto bene: la partecipazione è stata alta (diverse decine di persone per ognuno, e molto attive e coinvolte!) e le conversazioni dense e appassionanti.

Molto bello per me (Giulia) è stato anche incontrare una coppia di scrittrici con le quali ho potuto chiacchierare più distesamente di libri, scrittura e tutto quello che c’è nel mezzo e oltre: Sephira Riva e Gloria Bernareggi gestiscono il blog Moedisia, che vi consiglio di visitare e seguire.

Abbiamo spesso ripetuto come il lavoro di scrittura sia un lavoro spesso solitario: occasioni come BookCity, e in generale qualsiasi presentazione o evento letterario pubblico, sono momenti davvero preziosi per chi scrive – anche e soprattutto per chi scrive professionalmente!

Ne abbiamo parlato più volte: grazie alla nostra esperienza (per diversi anni tra i nostri servizi abbiamo offerto anche l’organizzazione di eventi letterari) abbiamo scritto un paio di post a tema, dedicati ad esempio ad autori e autrici che avessero voglia di organizzare una presentazione letteraria.

Ad esempio qui:

BookCity Milano è più di un evento, comunque: è una fiera diffusa che ha luogo in tutta la città, e che ogni anno si amplia e si approfondisci: è bellissimo vivere a Milano questi giorni di letture e conversazioni!

Noi lo seguiamo da tanto, per forza di cose, e ne abbiamo scritto.
Ad esempio qui:

Tutti questi eventi sono stati da noi raccontati in veste di partecipanti e ascoltatrici. Partecipare a Bookcity 2019 anche dall’altra parte, come relatrice e conferenziera, è stata una soddisfazione immensa tanto per me, Giulia, quanto per Elena e per Studio83 tout court. Un piccolo riconoscimento del tanto lavoro che facciamo, e che si svolge per lo più dietro le quinte, sui testi, in conversazioni private.

Questa volta siamo uscite allo scoperto, nel mondo: è stato molto bello.

Sul blog L’arte di Scrivere Felici, qualche scatto in più di BookCity Milano 2019

Grazie, BookCity!
Grazie a Odoya Edizioni per l’invito al panel di venerdì sulla scrittura di genere.
Grazie alla libreria Il Covo della Ladra per l’invito di sabato su “Scrivere/immaginare la fantascienza”.

E grazie a chi ha partecipato!

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *