menu

21 marzo – Giornata Mondiale della Poesia 2020

La Giornata Mondiale della Poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente. La data, che segna anche il primo giorno di primavera, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturale, della diversità linguistica, della comunicazione e della pace.

da Wikipedia – La Giornata Mondiale della Poesia

Come negli scorsi anni, ti proponiamo qualche contenuto interessante per questa giornata. Che è la giornata dedicata alla poesia, è la prima giornata di primavera, e quest’anno coincide con un momento molto difficile per molti di noi.

C’è chi non può uscire di casa. C’è chi deve farlo per forza, per andare a lavorare, magari senza nemmeno la tutela di una mascherina. C’è chi sta male, e chi da lontano patisce la malattia, o peggio, la dipartita di un proprio familiare.

Ci sembra che mai come in questi casi la poesia sia necessaria.

Per questo, abbiamo pensato di dedicare il nostro post di quest’anno a un poeta italiano che è spesso stato associato alla sofferenza, ma che negli ultimi anni è riletto anche sotto una luce diversa, quella del desiderio: stiamo parlando di Giacomo Leopardi.

Un bell’articolo della Gazzetta Filosofica ci spiega alcuni aspetti della poetica e del poeta, riletti da Tommaso Sgarro proprio alla luce di questi giorni difficili: giorni in cui il corpo può ammalarsi più facilmente, in cui si svigorisce tra quattro mura, in cui è bloccato e costretto.

L’articolo si chiama, non a caso, Leopardi per tempi difficili e lo consigliamo perché affronta temi della più stretta attualità, richiamandosi alle parole e alla poetica leopardiana in modo chiaro e attento.

Questi giorni ci riportano a considerare che non c’è realtà senza corpo, e non c’è dimensione umana senza pensiero, quella dimensione che proprio perché si gioca sul confronto tra corpo e incorporeo, chiamiamo esistenziale. Se in tempi tanto difficili, quindi, il pensiero di Leopardi richiama attenzione è perché esso, nel porre la stretta e insolubile dicotomia tra materia e spirito, ci offre più di una chiave per comprendere la situazione del corpo, del nostro corpo di fronte all’esperienza della malattia e dell’imprigionamento.

Leopardi per tempi difficili, Tommaso Sgarro, da La Gazzetta Filosofica

L’immagine qui sopra è tratta naturalmente dal film bigrafico “Il giovane Favoloso”, che puoi trovare in streaming gratuito su RaiPlay, qui: “Il giovane favoloso” di Mario Martone, RayPlay

Il racconto della breve e intensa vita del poeta Giacomo Leopardi, dall’adolescenza nella natia Recanati, dove scopre la passione per le “sudate carte” fino al soggiorno napoletano in compagnia di Antonio Ranieri, dove spende gli ultimi giorni sulla schiena dello “sterminator Vesuvio”.

Vai al FILM: Il giovane favoloso – RaiPlay

Il progetto Liber Liber mette a disposizione gratuitamente moltissimi scritti di Giacomo Leopardi, che possiamo leggere direttamente, per farci una nostra idea e ascoltare la viva voce del poeta che fu anche pensatore morale e critico letterario.

Ecco qui: LIBER LIBER – Giacomo Leopardi – Ebook gratis

La statua dedicata a Leopardi, nel suo paese natale, Recanati

Su Leopardi, naturalmente, ci sono molte altre risorse disponibili online: basta una ricerca sul portale Rai Cultura per aprire diversi bellissimi approfondimenti, ai quali ti rimandiamo: RAI CULTURA: GIACOMO LEOPARDI

Molto bello anche lo speciale: “I Grandi della Letteratura: Giacomo Leopardi”, che hanno trasmesso qualche giorno fa su Rai5.
Il documentario getta uno sguardo sulla formazione di Giacomo, sulla sua indole ribelle, sulla relazione con il padre, sempre cercando un’ottica nuova. Anche le immagini, con un girato nel parco “mostruoso” di Bomarzo, sono boccate d’aria.

Sarà vero che Leopardi è il cantore della negatività e del pessimismo? O non sarà più corretto descriverlo come il poeta di un’altra grande forza, il Desiderio?
Poeta passionale, dunque. Poeta affamato di vita. Poeta troppo innamorato della vita per non essere condannato all’insoddisfazione.
La puntata racconta la vita del grande autore, facendo di tutto per rispettare la sua stessa volontà: concentrarsi sul pensiero, e non sulla sua tragica vita privata.
La location scelta è il Parco dei mostri di Bomarzo, quasi la messa in scena di pietra del mondo dell’immaginazione in cui il giovane Leopardi cercava rifugio dalla realtà.

I Grandi della Letteratura Italiana: Giacomo Leopardi

E come non riproporre anche lo splendido video realizzato per la ricorrenza legata a “L’infinito”, uno dei più celebri componimenti di Leopardi?

200 anni di Infinito

E non è tutto!

Abbiamo anche un messaggio da uno che di poeti e di poesia se ne intende: Luca Baccari, webmaster dell’Isola della Poesia e molto altro (qualche settimana fa, con un suo video ci ha aiutato a riprendere l’argomento degli editori a pagamento) ha realizzato un video che presenta così:

Andrà tutto bene!
Una poesia sulla speranza per tutti coloro che ora soffrono e sono costretti a sacrifici. Coraggio, il sole tornerà a brillare per tutti!

Nel video, la Poesia sulla Speranza di Emily Dickinson, accompagnata da musica e immagini evocative che sono il “marchio di fabbrica” di Luca e della sua sensibilità.
Seguilo sul canale Youtube de L’Isola della Poesia, per nuovi contenuti e ispirazioni.

Perché la poesia è necessaria, sempre!

E se sei un poeta o una poetessa, dai un’occhiata al nostro servizio di Valutazione di testi poetici: un affiancamento rispettoso e costruttivo per il tuo percorso, da parte di noi di Studio83.

Buona Giornata Mondiale della Poesia.
Teniamo alta la speranza, “uccellino che ha consolato tanti”! <3

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *