Dicono di noi

I booktrailer di Studio83 – siamo in finale, con Roberta Mezzabarba!

I booktrailer sono un mezzo sempre più conosciuto per promuovere il proprio libro e in gereale per dare spazio alla lettura e alla condivisione di libri, notizie, spunti.

Più si diffondono, più si apprezzano, e nascono anche premi, trofei e festival a tema.

Sapete che, qualche tempo fa, siamo state giurate per un concorso tutto dedicato ai booktrailer?
Quella fu l’occasione per scrivere un bel post contenente tanti consigli su come realizzare un bel booktrailer, e su come deve essere il booktrailer di un libro per essere più efficace.

read more

Usare gli a capo – #tips dalle nostre schede di valutazione

Condividiamo un consiglio di scrittura, tratto da una nostra Scheda di Valutazione Premium.

“La gestione degli spazi aiuta la narrazione. Basta davvero poco, alle volte, per facilitare l’organizzazione del discorso e quindi la lettura.
Ad esempio si può inserire un a capo in più, nel momento in cui si passa da un argomento a un altro; o, al contrario, riunire commi segnala a chi legge la continuità di una riflessione, o l’unità di una situazione.”

La Scheda di Valutazione Premium è il nostro secondo livello di valutazione: un’analisi approfondita del tuo testo, per aiutarti a crescere nel tuo percorso di scrittura.

Il servizio di Valutazione Testi Premium è consigliato se:

  • Hai scritto un libro!
  • Vuoi migliorare il tuo stile e capire cosa non va nel tuo testo.
  • Vuoi pubblicare con un editore o autopubblicarti.

Un’analisi precisa e dettagliata, che mette in evidenza punti di forza e punti deboli. Una preziosa e rara bussola per sviluppare al meglio la propria scrittura. Consigliato a chiunque abbia la volontà di migliorarsi.

UNO SCRITTORE – LEGGI ALTRO SU DICONO DI NOI

Con Studio83, trova la strada che fa per te e per la tua opera!



“L’ultimo viaggio della DNEPRO”: un’esperienza con Studio83 – Servizi Letterari

Lo scorso anno, tra i finalisti dell’ambito premio Urania Mondadori (che mette in palio la pubblicazione di un romanzo italiano nella celebre collana di fantascienza), abbiamo visto con immenso piacere un titolo che già conoscevamo: “L’ultimo viaggio della DNEPRO” di Alessandra Cristallini e Andrea Pomes.

Al centro, Andrea Pomes e Alessandra Cristallini allo stand Watson della fiera di Torino (a sinistra Laura Scaramozzino e a destra Matt Briar)

Il romanzo era naturalmente inedito al tempo, ma avevamo avuto occasione di leggerlo per redigere una scheda di valutazione basic del testo, nella quale avevamo consigliato di iscrivere l’opera proprio al premio Urania (senza sapere che loro stess* stavano considerando il medesimo concorso).

Con rinnovato piacere, oggi segnaliamo l’uscita del romanzo per una casa editrice che, in questi anni, sta lavorando di gran lena nell’ambiente del fantastico italiano: Watson Edizioni.

Il malridotto mercantile spaziale Dnepro si deve fermare per urgenti riparazioni sul pianeta Horizontres.
Sono già in ritardo sulla tabella di marcia quando la morte del capitano, durante la prima sera di sosta, si somma agli infiniti problemi organizzativi. Quando la nave riparte la morte sembra essere salita a bordo assieme al nuovo capitano alieno provvisorio: sarà proprio lui a morire per primo in circostanze misteriose una volta lasciata l’orbita del pianeta…
Quando la Dnepro entra nel raggio della stazione spaziale di destinazione senza dare segni di vita, un rimorchiatore viene mandato a controllare la situazione della nave. Ci trova un unico sopravvissuto in pessime condizioni. Portato in salvo, il sopravvissuto racconta la storia dell’ultimo viaggio della Dnepro.

Il romanzo di Alessandra Cristallini e Andrea Pomes è ritmato, fresco, un esempio di fantascienza avventurosa adatta a un pubblico ampio sia per gusti che per età. Nella scheda, a suo tempo, abbiamo messo in luce sia i punti di forza che le criticità, poi risolte da autore e autrice durante la revisione: un percorso che li ha portati a una felice pubblicazione!

Abbiamo chiesto loro un parere sul nostro servizio di valutazione inediti:

Utilissimo per avere una prospettiva nuova. Anche se lavorare in due già obbliga a un confronto, avere l’opinione di espert* estern* alla fase di progettazione del romanzo è utilissimo, perché quando ci si immerge troppo si rischia di perdere di vista la superficie.
Ci piace pensare che lavorare in due, cosa che presume una continua negoziazione tra idee e spunti, ci abbia preparato ad accettare meglio le critiche: sicuramente è così, ma la verità è che il lavoro di Studio83 – Servizi Letterari era svolto con una logica ineccepibile, quella tramite cui opera chi sa fare il proprio lavoro.
La loro esperienza ci ha permesso di limare e migliorare alcuni aspetti del romanzo, necessario in quanto si trattava pur sempre del nostro primo romanzo assieme… ma anche se foste al decimo romanzo, beh, la verità è che non si smette mai di imparare e apprezzare nuove prospettive.
Ci è piaciuta la possibilità di porre delle domande specifiche su alcuni elementi del romanzo sui quali avevamo dubbi, ad esempio se i personaggi suscitassero abbastanza empatia e interesse. Last but not least, la scheda di Studio83 – Servizi Letterari è stata una iniezione di fiducia relativo al lavoro che avevamo fatto, ci ha aiutato a capire il target del romanzo e ci ha fornito la spinta a tentare la via del premio Urania, che ci ha grande soddisfazione.

Abbiamo poi chiesto ad Alessandra e Andrea di dirci qualcosa di più sul loro romanzo, su come è nato il progetto:

L’idea di base del romanzo nasce al primo “Stranimondi”. Stavamo passando per gli stand quando, guardando alcune copertine ci siamo chiesti “Ti immagini se… [SPOILER]” e con quell’idea, con qualche aggiustamento qua e là e tanto lavoro, siamo approdati fino alla lista di finalisti del Premio Urania.
Dato che si trattava di un evento particolare, abbiamo deciso di spaccare la linea temporale in tre filoni per tenere sempre alto l’interesse di chi legge, e con un presupposto del genere non era pensabile di cominciare a scrivere senza una pianificazione dei capitoli.
Abbiamo anche fatto delle “interviste” ai nostri personaggi su quello che pensavano degli altri membri dell’equipaggio della Dnepro, per avere una coerenza nel loro modo di comportarsi, il che è stato molto divertente. Dato che ogni capitolo è scritto dal punto di vista di un personaggio, e che tutto l’intreccio si basa sui loro rapporti, è stato fondamentale conoscerli il meglio possibile prima di mettersi davvero a scrivere (anzi, in fase di scrittura ci siamo resi conto che avremmo voluto approfondire di più il lavoro). Ci è piaciuto ricevere i primi feedback e scoprire quali fossero i personaggi “preferiti”, alcune risposte ci hanno davvero sorpreso, ma è bello così.

Per concludere, un brano dal romanzo:

«Guarda che se ci siamo fermati a Horizontres, è perché sei stata tu a chiederlo.»
«Chiederlo?! Non rigirarmi la frittata, Zaynab! Lo sai perfettamente che ho dovuto sabotarla, la nave, perché Ruud acconsentisse! E adesso? Siamo punto e daccapo. Se davvero conto qualcosa, dovresti ficcare nella testa di quell’alieno che ci dobbiamo fermare!»
«Ehi, ehi! È inutile che ti scaldi tanto. Siamo dalla stessa parte. Ma ci siamo giocati l’unica chance che avevamo su Horizontres. Ora siamo troppo lontani per tornare indietro, e non abbiamo cantieri attrezzati più vicini. Qualunque sosta pianificassimo ora significherebbe far marcire il carico e farci ammonire dalla KauSheb. Farmer non accett—»
«Ma sai quant’è grosso il cazzo che me ne frega della KauSheb?»
«Per te! Ma qui c’è gente che ci tiene al suo posto di lavoro.»
«O forse vuoi dire a una promozione?»
«Oh, sai che ti dico, Lakshmi? Vaffanculo.» il tono usato equivaleva a “discorso chiuso”.
«Eh no, cara! Vaffanculo tu! Vaffanculo Farmer e vaffanculo la KauSheb! Se il capitano non vuole sentire ragioni, gliele faccio sentire con le cattive! Chiaro?!»

Buona lettura a tutt*! 🙂

Dicono di noi – “Quartiere Italia” di Achille Chiappetti vince il Premio Le Fenici (Montag Edizioni)

Oggi condividiamo con voi la bella notizia che riguarda un “nostro” autore: Achille Chiappetti ha vinto il premio Le Fenici di Montag Edizioni con il suo bel romanzo memoriale “Quartiere Italia”, sul quale abbiamo lavorato insieme.

Achille Massimiliano Chiappetti è studioso, saggista, docente universitario, professore emerito de La Sapienza di Roma e tra i maggiori esperti costituzionalisti. Ha svolto attività di studio e di ricerca nella veste di componente di comitati per Istituti giuridici e di studio e ha ricoperto molti incarichi pubblici: giudice costituzionale aggregato, consigliere giuridico di diversi ministeri e di più Regioni, componente di numerose commissioni di studio statali, Presidente di commissioni e collegi, consigliere di amministrazione di società pubbliche. Attualmente è il Garante per il contribuente per la Regione Toscana e svolge l’attività di avvocato cassazionista.

Il professor Chiappetti ha dato alle stampe diversi saggi tecnici, e ha pubblicato anche tre raccolte di poesia (con Passigli Editore, Tracce editore, Lepisma editore) e si è rivolto a noi per trovare una strada anche come romanziere.

read more

Dicono di noi – Proposta editoriale e ricerca editore

Oggi siamo felici di condividere con voi un parere appena arrivato.

La scrittrice che ce lo ha lasciato ha scritto un romanzo toccante di formazione e di crimine: dopo un editing insieme a noi ha deciso di cercare un editore serio per il suo manoscritto.

Si è quindi avvalsa della nostra combo Proposta editoriale professionale + Ricerca editore, un pacchetto di servizi unico, inventato da noi. Non lo troverai altrove!

read more

Dicono di noi: “Un’esperienza formante!”

Condividiamo con voi un parere che abbiamo ricevuto recentemente.

Elvira, scrittrice self publisher, ci ha mandato il suo romanzo per un editing. Ecco cosa pensa del nostro lavoro!

Non solo un lavoro preciso e dettagliato, ma anche un’esperienza formante. Utile per comprendere errori di ingenuità e rendere più fluido il testo, errori che rileggendo da sola non riuscivo a vedere.

Se vuoi sapere qualcosa di più su come migliorare il tuo testo e fare una bella esperienza di crescita nel tuo percorso autoriale, clicca qui e scopri i nostri servizi letterari: di tanti livelli, per tutte le tasche e di utilità garantita!

Ascolta la voce di tuoi colleghi e colleghe: leggi altri pareri su di noi, nella pagina “Dicono di noi” del Portfolio di Studio83.

Con Studio83, trova la strada che fa per te e per la tua opera!

Dicono di noi: “Difficile trovare di meglio!”

Roberta Grugni è autrice di “Navigando a vista”, un romanzo che è il diario del viaggio di una famiglia e di una coppia: da una ordinaria routine, a una tragedia improvvisa, e poi di nuovo avanti, verso una quotidianità riconquistata al di là del dolore, facendo tesoro delle complessità vissute.

Ho letto decine di libri scritti da disabili, mancava sempre però il punto di vista della parte “sana”, di coloro che dovevano farsi carico delle necessità della persona amata. Nel centro di recupero dove mio marito è rimasto quasi due anni ho conosciuto mogli e compagne di disabili, ma dopo qualche mese molte hanno ceduto. […]  Ho scritto questo libro perché vorrei che tutte le donne che come me si sono trovate sole ad affrontare questo trauma devastante non mollino.

Roberta Grugni in un’intervista

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Roberta, e di lavorare insieme a lei su un nuovo progetto ancora in cantiere. Ovviamente non diciamo nulla di quello 🙂 Ma Roberta ci ha lasciato un suo messaggio, un riscontro sul percorso fatto finora insieme e ci fa piacere condividerlo. Eccolo:

Esperienza ottima. Si nota una lettura approfondita del testo e un lavoro serio e costruttivo. Mi sono state date valide indicazioni per migliorare il mio stile di scrittura. Con loro si cresce professionalmente. Difficile trovare di meglio.

Ringraziamo Roberta per le sue parole, e tutti gli autori e le autrici che scelgono di fare un pezzo di strada con noi!

Vuoi provare anche tu a scrivere o a pubblicare un libro?
Scopri i nostri servizi letterari per tutte le esigenze e tutte le tasche.

Con Studio83, trova una strada che fa per te e per la tua opera!

Febbraio 2018: i post di Studio83

Febbraio: un mese breve, ma denso!

notizie su studio83

Sul nostro blog, questo mese, abbiamo pubblicato diversi post che a loro modo segnano dei punti di svolta.

Per cominciare, un annuncio importante sulla collana di fantascienza sociale che curiamo per Delos Digital: Futuro Presente: Fine Prima Stagione!

Poi due recensioni: le ultime due recensioni afferenti al nostro servizio di recensioni su richiesta. Dopo di esse, possiamo considerare chiusa questa pagina e non accetteremo più richieste di recensioni. [Leggi anche: Perché non recensiremo più libri su richiesta – Studio83 cancella il servizio di recensioni di libri ]

Il libri recensiti sono di due promettenti autrici, che con le loro criticità hanno comunque delle potenzialità da sviluppare, che le potrebbero portare lontane. Sono:

Il bacio di un dio di Andreina Coscarelli – Recensione 

e

“Non raccogliere gli ananas”, di Valeria Massa – Recensione

Prosegue la nostra fortunata rubrica dedicata ai classici, con Il vecchio e il mare – Un classico al mese

Abbiamo poi avuto il piacere di ospitare il parere di un autore che ha raccontato il suo percorso con Studio83, dal manoscritto al libro pubblicato: Dicono di noi – Luigi Guidi

Continuate a seguirci! Altri post e recensioni in preparazione, freschi e fatti a mano! 🙂

 

 

Dicono di noi… Luigi Guidi

Luigi Guidi è autore di “Vissi d’ignoto amor”, pubblicato in self publishing tramite la piattaforma Youcanprint e i principali store di ebook.

Ecco come commenta il percorso fatto insieme:

La mia esperienza, molto soddisfacente, con Studio83 è iniziata nel 2013 con la valutazione di alcuni miei romanzi da parte di Elena Di Fazio, ed è continuata con Giulia Abbate che mi ha accompagnato nel cammino di self publishing.
Sia con Elena che con Giulia ho avuto un trattamento improntato a grande competenza, professionalità, cortesia e attenzione alle mie richieste.
Da segnalare anche un ottimo rapporto qualità/prezzo dei servizi.
Non potevo desiderare di meglio.

Luigi Guidi

Luigi è anche parte attiva del gruppo di autori indipendenti The Libers.

Ringraziamo Luigi, e tutti gli autori e le autrici che scelgono di fare un pezzo di strada con noi!

Vuoi provare anche tu a scrivere o a pubblicare un libro?
Scopri i nostri servizi letterari per tutte le esigenze e tutte le tasche.

Con Studio83, trova una strada che fa per te e per la tua opera!

Lezioni di scrittura sulla Rivista Inchiostro

Da qualche tempo, ho il piacere di curare una rubrica fissa sulla Rivista Inchiostro: “Giallo d’Inchiostro”, dove mi occupo di giallo, noir, thriller, hard boiled e così via.

La cosa mi onora: durante i miei studi universitari di editoria sentivo spesso parlare di Inchiostro come di un punto di riferimento per gli esordienti, e quando la sfogliavo capivo anche perché!

Ce ne parla Emanuele Delmiglio, l’editore:

Inchiostro è la prima rivista specificamente riservata agli scrittori esordienti e dilettanti. Pubblica, infatti, opere scritte da non professionisti, inviate in redazione e scelte da un apposito comitato di lettura.

Inchiostro, che è stata la prima e più diffusa rivista italiana di narrativa, è ormai giunta al ventiquattresimo anno di vita. Lo spirito per cui è nata è quello di dar voce a quegli autori che, altrimenti, sarebbero costretti al silenzio o all’anonimato per l’impossibilità di pubblicare i loro lavori e, quindi, di farsi conoscere.

read more