Focus On

#comesiscrive ROMANCE – I consigli di Elisabetta Motta

Eccoci al primo appuntamento della nostra rubrica #comesiscrive: consigli di scrittura da espert* del settore, in particolare per la letteratura di genere. Iniziamo la serie con il romance, genere di ampio successo, ma forse ancora poco capito e studiato.

read more

Nuova rubrica: #comesiscrive

Apriamo con questo post una nuova rubrica: #comesiscrive!

Si tratta di una novità, e allo stesso tempo di una conferma: è un nuovo ciclo di consigli di scrittura, da autori e autrici esperte, che abbiamo deciso di pubblicare dopo il successo della serie estiva #scritturedagosto... che avete letto davvero in tantissim*!
Grazie!

read more

Futuro Presente (Delos Digital): regolamento e condizioni di partecipazione

Oggi vi parliamo della collana Futuro Presente, curata da noi, Elena Di Fazio e Giulia Abbate, per Delos Digital editore.

La collana è dedicata alla fantascienza sociale e tratta problematiche attuali proiettate in contesti futuri.

read more

Come scrivere hard-boiled – I consigli di Sergio “Alan D.” Altieri

Agosto è al termine e con lui la nostra piccola rubrica #scritturedagosto, che avete seguito in moltissim*. Grazie!

read more

Come scrivere action – i consigli di Massimiliano Giri

Tempo fa, avevamo ospitato sul blog i consigli di scrittura di Massimiliano Giri, che ci ha raccontato che significa scrivere professionalmente e come farlo bene.

read more

La nostra rubrica estiva: #scritturedagosto

Come annunciato sulla nostra pagina Facebook e qui sul blog, per qualche settimana il nostro ritmo di lavoro cambierà.

read more

Consigli di scrittura: rispetto contro stereotipo

In questi ultimi giorni furoreggia una polemica legata alle rivolte di piazza del #blacklivesmatter, partite da Minneapolis e dal barbaro omicidio a sangue freddo che un poliziotto Derek Chauvin ha commesso ai danni di George Floyd, cittadino afroamericano.

Molt* manifestanti, in città di tutto il mondo, hanno buttato giù statue che celebravano schiavisti e colonizzatori (compresa la statua di Cristoforo Colombo). Qui in Italia, si dibatte sulla statua celebrativa di Indro Montanelli, giornalista che si vantò più volte, fino agli anni ’80, di aver comprato durante la guerra d’Etiopia una “moglie” di 12 anni.

La discussione riguarda anche opere dell’ingegno, come libri e film.
Poco tempo fa, con la morte di Harold Bloom, tornò in auge lo scontro sul canone, che il critico aveva ristretto a poche opere di autori maschi occidentali.
E in questi ultimi giorni la piattaforma HBO ha ritirato momentaneamente il film “Via col vento”, riservandosi di riproporlo con un disclaimer che ne indichi i contenuti razzisti.
(A difesa del film, molti citano il fatto che Hattie McDaniel, l’attrice che interpretava la schiava nutrice Mami, fu la prima afroamericana a vincere un Oscar. Non ci sembra sorprendente che l’intepretazione di uno stereotipo razzista sia premiata dalla società che lo propugna, aggiungiamo solo che proprio a causa della discriminazione razziale ad Hattie McDaniel fu impedito di recarsi a ritirare il premio).

Tutto questo scatena polemiche e scontri furiosi, sia sui social, che sui blog e nei confronti più vari, tra chi considera giusto e necessario questo movimento di revisione da parte di minoranze che rifiutano di essere stereotipate, chi grida alla censura, al revisionismo storico, al “e allora Caravaggio?”, o chi, civilmente e con argomenti solidi, si chiede se non sia il caso piuttosto di guardare avanti, ricontestualizzando in altri modi un passato doloroso e imbarazzante.

Noi di Studio83 abbiamo un’opinione precisa, che non riportiamo qui integralmente: ci limitiamo a parlare come sempre di ciò che conosciamo bene, ovvero della scrittura e della narrativa.

read more

Presentarsi, proporsi, promuoversi: facciamolo bene!

Un dato di fatto: in queste lunghe settimane di lockdown, in molti hanno usato il tempo a disposizione per riprendere la penna in mano, scrivere, inviare proposte e manoscritti.

Lo sappiamo perché lavoriamo con tanti editori, che ci hanno confermato un aumento delle proposte. E perché noi stesse abbiamo avuto un picco di richieste da parte di autori e autrici per valutazioni, editing e proposte editoriali professionali.

read more

RISORSE #2

La forzata permanenza in casa continua, almeno per i “fortunati”.
(Una vasta categoria di persone, infatti, continua a uscire e a lavorare, per sostenere i meccanismi base della società, per presidiare la nostra salute, o semplicemente perché costretta a farlo.)

Chi è in casa inizia forse a sentire il peso di tanti giorni di blocco. Al di là della garrula retorica “devi solo stare sul divano a vederti Netflix, che sarà mai” c’è invece la fatica di una condizione non naturale né salubre, che speriamo si concluda presto nella sicurezza di tutti.

Torneremo ad abbracciarci, di questo siamo certe. Nel frattempo cerchiamo di curare la nostra salute psicologica e fisica, e magari evitiamo di incattivirci sulle tastiere rovinando la giornata degli altri e pure un po’ la nostra.

Detto questo, ecco una nuova serie di risorse alle quali possiamo attingere durante il nostro stare a casa.

read more

21 marzo – Giornata Mondiale della Poesia 2020

La Giornata Mondiale della Poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente. La data, che segna anche il primo giorno di primavera, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturale, della diversità linguistica, della comunicazione e della pace.

da Wikipedia – La Giornata Mondiale della Poesia

Come negli scorsi anni, ti proponiamo qualche contenuto interessante per questa giornata. Che è la giornata dedicata alla poesia, è la prima giornata di primavera, e quest’anno coincide con un momento molto difficile per molti di noi.

C’è chi non può uscire di casa. C’è chi deve farlo per forza, per andare a lavorare, magari senza nemmeno la tutela di una mascherina. C’è chi sta male, e chi da lontano patisce la malattia, o peggio, la dipartita di un proprio familiare.

Ci sembra che mai come in questi casi la poesia sia necessaria.

read more