Bacheca del blog

Sedici anni fa…

Oggi ricorre il sedicesimo anniversario della strage di Capaci. Furono uccisi il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, in un attentato che fece saltare in aria un intero tratto autostradale.

Giornali e telegiornali ci rimandano le immagini di quei giorni, ci riportano le frasi di politici e capi di stato e le loro attestazioni di stima nei confronti di Falcone e di Borsellino, ucciso poco tempo dopo con un’autobomba. Eviterò di esprimere la mia opinione personale riguardo i suddetti capoccioni, per non urtare le idee e le convinzioni politiche di nessuno. Vorrei però linkare degli estratti del documentario "In un altro paese", di Marco Turco (purtroppo mancano gli ultimissimi minuti) di cui posto anche la prima parte. Questo per urtare tutti.

Buona visione.

Primavera

È arrivata la primavera, anche se un po’ incerta e frescolina, e non posso che augurare a tutti di godersi questa bellissima stagione, la più bella, la mia preferita.


Come sempre ho rinfrescato la grafica per dare alla vostra lettura i colori più piacevoli e… azzeccati. Buona primavera a tutti!

Brand new

Buonasera a tutti!

Oggi sono qui per anticiparvi un nuovo servizio che, a breve, Studio83 metterà a disposizione degli esordienti.

Quante volte avete ricevuto un contratto di pubblicazione che prevedeva una qualunque forma di contributo da parte vostra? Quante volte lo avete letto alzando il sopracciglio, indecisi su cosa fare o meno e, soprattutto, sulla trasparenza di ciò che vi veniva offerto in cambio?

Quante volte avreste voluto qualcuno che vi aiutasse a capire se fosse o no il caso di firmare?

Il nuovo servizio di Studio83 prevederà una forma di assistenza nella lettura e “interpretazione” del contratto, sia per quanto riguarda l’offerta in sé, sia per verificare l’affidabilità della casa editrice. Per evitare di ritrovarsi in cantina mille copie di un libro che nessuno leggerà mai.

A breve, pubblicheremo sul nostro sito condizioni e costi del servizio in modo dettagliato!

Alice nel paese dei Feed

Da qualche tempo, una domanda mi ronzava nel cervello: cosa saranno mai quelle macchie arancioni che ogni tanto appaiono alla mia vista periferica, quando navigo online?
Più precisamente:



…questa?

Non era esattamente un dilemma amletico, diciamo un mezzo pensiero svolazzante che sarebbe diventato una vera e propria domanda solo quando non avrei potuto fare a meno di ignorarlo ancora.

E il momento è giunto! Grazie alla solerzia killercritica di Gamberetta, anche il blog di Studio83 può sfoggiare la macchiolina misteriosa. La verità è che mi sto facendo una cultura sui FEED solo in questi ultimi giorni, e prima che sveli del tutto il mistero potrebbe volermici qualche altro giorno, qualche altro click via google e… magari qualche altro consiglio non ci starebbe male…

…AND A HAPPY NEW YEAR

L’anno nuovo è alle porte, tra poche ore prenderanno il via i festeggiamenti e la Capitale è già stata presa d’assedio da legioni di turisti armati di macchina fotografica; non ci resta che fare gli auguri a tutti voi, che sia un anno pieno di sorrisi, tanti soldi, fidanzate/i per i/le single e, per tutti gli scrittori, di grandi occasioni.

BUON ANNO DA STUDIO83!

“Esordiamo!” : update

Da quando l’abbiamo inaugurata, qualche mese fa, la nostra iniziativa “Esordiamo!” ha riscosso un buon successo tra gli esordienti, che ci hanno contattate numerosi, come dimostrano le tante recensioni  pubblicate.  Da parte nostra, siamo davvero contente che “Esordiamo!” stia andando così bene!

Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare tutti gli scrittori che ci hanno contattate: per la fiducia che hanno riposto nel nostro giudizio, che spero sia stata ripagata con il nostro atteggiamento aperto, a volte un po’ “rude”,  ma sempre sincero e mosso dalle migliori intenzioni; non meno, per il riscontro che ci hanno dato in tanti, con email, PVT, telefonate e messaggi sul blog.

A fronte di una maggioranza di autori attenti e presenti, c’è stata una minoranza di scrittori “distratti”: dopo averci contattate e aver ottenuto una recensione, non ci hanno fornito alcun riscontro, fosse anche l’avviso di aver letto ciò che riguardava loro, e spesso, nonostante le sollecitazioni, hanno preferito non commentare la recensione né linkarla o segnalarla in alcun modo.

Non nascondo di aver provato un po’ di delusione. Il fatto che l’iniziativa sia gratuita non significa che non spendiamo tempo e impegno nelle recensioni, né che il nostro lavoro abbia meno dignità di una prestazione pagata.

Questi episodi, però, sono stati anche un’occasione di riflessione e un modo per cercare di migliorare il nostro servizio. Perciò, abbiamo stilato un breve regolamento, che ribadisce in modo più preciso i termini dell’iniziativa: in sostanza non c’è niente di nuovo, tranne una maggiore chiarezza che, spero, darà più certezza e serenità alle due parti e garantirà… amicizia lunghissima!

Ovviamente, il regolamento non è retroattivo: diventa valido per tutte le opere che da ora in avanti gli scrittori sceglieranno di inviarci.

Come leggerete, le condizioni dell’iniziativa privilegiano lo spazio del blog per i pareri e le opinioni degli scrittori. Voglio però ringraziare di nuovo tutti gli autori che ci hanno scritto email in forma privata, e ribadire che la nostra scelta di privilegiare dibattiti pubblici non toglie nulla, in alcun modo, alle loro manifestazioni di stima e ai saluti, che continuano a renderci supercontente!

Arriva l’autunno

Ho pensato di cambiare un po’ i colori del layout, tanto per abituarci al fatto che l’estate è finita. Come tracce della passata stagione, ho lasciato alcuni titoli del blog in rosa, così saranno caratterizzati anche cronologicamente.

Su, non piangete per la dipartita di agosto… Per quanto mi riguarda, sono STRAfelice (lo so, sono un gufo) mentre Elena è in lutto. Ma tant’è: a settembre è tempo di migrare e verso ognissanti manicotto e guanti, e in questi tre mesi, in cui il nostro emisfero si prepara ad affrontare i grandi freddi, un po’ del saturo rosso autunnale ce lo godiamo anche qui.

…e dato che vivo a Milano, mi sa che è l’unico colore che vedrò per un bel po’…

G.

Torniamo operativi

L’estate sta finendo e un anno se ne va, cantava Righeira nel lontano ’85. E così, dopo sole, mare, gelati, flirt estivi e un inseguimento da parte della Municipale su via Flacca nel mitico giorno di Ferragosto, torniamo operativi e carichi di energie (con qualche lacrima occasionale, come nella pubblicità di Costa Crociere).

E siccome l’estate è, a quanto si dice, il momento in cui i lettori danno il meglio di sé, riapriamo i battenti chiedendovi cosa avete letto di bello quest’estate, cosa vi è piaciuto e cosa, invece, sconsigliereste agli altri.

Ben ritrovati! 🙂

Elena

Buone vacanze

Salve a tutti!

Il caldo incombe, agosto incede e l’intera Italia sta per riversarsi sulle autostrade nella consueta sinfonia estiva di clacson e imprecazioni. Anche noi stiamo per tuffarci in questo bagno di traffico: da questo week-end, infatti, Studio83 appende il tradizionale cartello “Chiuso per ferie”, in attesa di riaprire i battenti verso la fine del mese.

Vi lasciamo una piccola anticipazione sulle prossime due recensioni per la rubrica “Esordiamo!“, che per motivi tecnici non abbiamo potuto inserire adesso: si tratta di “Re Kappa” di Luciano Pagano (interessante prova di narrativa sperimentale) e “La banda del grano” di Fabrizio Bianchini (perfetto per chi ama le atmosfere nostalgiche che sanno colpire dritto al cuore). Sono entrambe letture che, nel frattempo, vi consigliamo.

E ora, a mo’ di saluto, vi lasciamo una citazione da uno dei più grandi autori del ‘900. Di chi si tratta? Beh, non è difficile indovinarlo, ma è sempre meglio di niente per vincere la noia estiva. Buone vacanze a tutti!

 

” Una creatura di nome Zog arriva sulla Terra su un disco volante per spiegare come evitare le guerre e curare il cancro. Porta queste sue informazioni da Margo, un pianeta i cui abitanti conversano tra loro emettendo scoregge e ballando il tip-tap. Zog sbarca di notte nel Connecticut. Ha appena messo piede a terra che vede una casa in fiamme. Vi si precipita dentro, scoreggiando e ballando il tip-tap, per avvertire gli abitanti del terribile pericolo che corrono. Il padrone di casa gli spacca il cranio con una mazza da golf.”


GRAZIE MILLE!

…in due mesi di blog, abbiamo già superato le MILLE VISITE!

Ringraziamo di cuore tutti i visitatori del blog, e speriamo di continuare così!