Studio83

Quando il Grande Demone Celeste si arrabbia

Salve a tutti! Per prima cosa, ci scusiamo se dall’apertura del blog non abbiamo scritto più nulla. Siamo purtroppo stati vittima di un attacco a fuoco incrociato da parte della malasorte (o, per dirla alla Ai Yazawa, del Grande Demone Celeste) e i nostri pc hanno subito guasti vari (naturalmente in contemporanea, tanto per convalidare la legge di Murphy); adesso però molti problemi sono stati risolti e il blog di Studio83dovrebbe essere aggiornato a cadenza regolare.

Come abbiamo spiegato in apertura, la nostra associazione ha, tra i vari scopi, quello di creare un punto di aggregazione per autori esordienti; una piccola piazza virtuale, insomma, nella quale parlare di argomenti che hanno a che fare con la cultura editoriale, con la letteratura in generale e con i problemi che affliggono gli autori. Speriamo sinceramente di riuscire a creare un ambiente interessante e ricco di spunti.

Studio83 non si esaurisce affatto nei servizi di editing, correzione di bozze e assistenza in itinere; come avrete modo di vedere se ne avrete voglia, proporremo interviste, articoli e rubriche. Ed è proprio una rubrica che vogliamo presentarvi oggi, un’idea partorita da una delle nostre collaboratrici che speriamo sia apprezzata dagli scrittori di passaggio.

Sappiamo che l’attività della scrittura, oltre a portare gioie e dolori nel campo della gratificazione personale, porta soprattutto dolori dal punto di vista fisico: si sta sempre seduti, spesso in posizioni sbagliate, si tende a mangiucchiare mentre si scrive e, per chi fuma, ad accendersi una sigaretta dopo l’altra.

La nuova rubrica, intitolata “La sana scrittura”, proporrà piccoli consigli pratici per chi scrive: in che posizione sedersi, come evitare le conseguenze di un’attività così sedentaria, come non rovinarsi gli occhi con lo schermo del pc, ma anche cosa mangiare e bere per mantenere la mente lucida mentre si lavora e come evitare di fumare troppo.

Naturalmente “La sana scrittura” sarà un intermezzo fra discussioni e argomenti più, diciamo così, seri; speriamo tuttavia che questa piccola iniziativa possa esservi in qualche modo utile (come si suol dire, mens sana…).

Molto bene; detto questo, salutiamo tutti con affetto e rinnoviamo la preghiera al Grande Demone Celeste di lasciare in pace i nostri pc (sperando che non lo prenda come un invito a infierire direttamente sui nostri corpi…).

Alla prossima! 🙂