Temi sociali

Scrivere per stereotipi significa scrivere male!

Sulle pagine del nostro blog ci siamo più volte soffermate su una questione da sempre complessa, che ciclicamente, a seconda del vento che tira nel dibattito pubblico, si fa anche spinosa.
Parliamo degli stereotipi, che a volte sono presenti anche nei romanzi che leggiamo e nelle storie che scriviamo.

read more

Narrativa inclusiva, sperimentazione, innovazione: il coraggio dei piccoli editori / Una nota di Sephira Riva

Qualche giorno fa, abbiamo guardato con piacere e divertimento l’ironico video in cui Michela Murgia e Chiara Tagliaferri promuovono il loro ultimo libro: “Morgana: l’uomo ricco sono io”, Mondadori
Si tratta di un progetto molto interessante che siamo felici di vedere nelle librerie di catena e nelle vetrine del mainstream, data l’importanza del tema.

C’è solo una cosa che ci rende appena meno felici, e speriamo si aggiusti.

read more

Nuova collana: “heroica.it”

Il nostro lavoro è per lo più sui testi, al fianco di autori e autrici.

Allo stesso tempo, quando possiamo siamo felici di mettere in connessione realtà interessanti, e promuovere pubblicazioni di valore.

read more

Giornata del libro e del diritto d’autore 2021

Oggi è la Giornata del libro del diritto d’autore, un momento di festa, che possiamo usare anche per qualche riflessione.

read more

Inizia domani “Vita Nova” del Salone del Libro di Torino

In questa nuova era pandemica, si è imposta la necessità di ripensare gli eventi culturali e cercare nuove strade di comunicazione e connessione, anche a distanza, anche online.
Con questo spirito parte domani una rassegna organizzata dal Salone del Libro di Torino: “Vita Nova”.

read more

Petizione popolare: riaprite le biblioteche pubbliche, #vogliamoleggere!

Oggi condividiamo con voi una petizione promossa da Giulia Abbate, che chiede al governo la riapertura delle biblioteche pubbliche, chiuse per motivi incomprensibili dato che sono sicure e attrezzatissime.
Almeno il servizio di prestito deve essere garantito, perché se le librerie sono aperte e i libri sono “beni essenziali”, devono essere pubblici e non solo di chi può pagarseli.

Di seguito il testo della petizione. Se amate la cultura e i libri, firmate e fate girare, grazie!

read more

Consigli di scrittura: rispetto contro stereotipo

In questi ultimi giorni furoreggia una polemica legata alle rivolte di piazza del #blacklivesmatter, partite da Minneapolis e dal barbaro omicidio a sangue freddo che un poliziotto Derek Chauvin ha commesso ai danni di George Floyd, cittadino afroamericano.

Molt* manifestanti, in città di tutto il mondo, hanno buttato giù statue che celebravano schiavisti e colonizzatori (compresa la statua di Cristoforo Colombo). Qui in Italia, si dibatte sulla statua celebrativa di Indro Montanelli, giornalista che si vantò più volte, fino agli anni ’80, di aver comprato durante la guerra d’Etiopia una “moglie” di 12 anni.

La discussione riguarda anche opere dell’ingegno, come libri e film.
Poco tempo fa, con la morte di Harold Bloom, tornò in auge lo scontro sul canone, che il critico aveva ristretto a poche opere di autori maschi occidentali.
E in questi ultimi giorni la piattaforma HBO ha ritirato momentaneamente il film “Via col vento”, riservandosi di riproporlo con un disclaimer che ne indichi i contenuti razzisti.
(A difesa del film, molti citano il fatto che Hattie McDaniel, l’attrice che interpretava la schiava nutrice Mami, fu la prima afroamericana a vincere un Oscar. Non ci sembra sorprendente che l’intepretazione di uno stereotipo razzista sia premiata dalla società che lo propugna, aggiungiamo solo che proprio a causa della discriminazione razziale ad Hattie McDaniel fu impedito di recarsi a ritirare il premio).

Tutto questo scatena polemiche e scontri furiosi, sia sui social, che sui blog e nei confronti più vari, tra chi considera giusto e necessario questo movimento di revisione da parte di minoranze che rifiutano di essere stereotipate, chi grida alla censura, al revisionismo storico, al “e allora Caravaggio?”, o chi, civilmente e con argomenti solidi, si chiede se non sia il caso piuttosto di guardare avanti, ricontestualizzando in altri modi un passato doloroso e imbarazzante.

Noi di Studio83 abbiamo un’opinione precisa, che non riportiamo qui integralmente: ci limitiamo a parlare come sempre di ciò che conosciamo bene, ovvero della scrittura e della narrativa.

read more

RISORSE #3 / per la Fase 2

Eccoci al TERZO post della nostra serie di #risorse, sperando che sia l’ultimo… o magari che questo nostro appuntamento possa diventare fisso, ma non più legato a una logica emergenziale.

Piuttosto, le risorse gratuite che troviamo e vi segnaliamo potrebbero inserirsi in una dimensione diversa: quella di percorsi di crescita e di conoscenza autonomi e svolti per il piacere di farli, ora che non siamo più bloccati in casa. (…Non tutti, almeno: secondo i dati ISTAT oggi tornano al lavoro 4,4 milioni di persone: una percentuale molto alta è proprio nelle regioni più colpite da Covid, e ha più di 50 anni, quindi è più a rischio Covid. E di quel numero, circa 3,3 milioni sono uomini, le donne restano a casa appresso a figli, famiglie, scuole “a distanza” e cura imposta. Grazie, patriarcato!)

Con questo spirito, abbiamo cercato risorse un po’ diverse dal solito: sempre gratuite e libere, ma non più legate soltanto al momento e alle offerte periodiche. Eccole!

read more

RISORSE #2

La forzata permanenza in casa continua, almeno per i “fortunati”.
(Una vasta categoria di persone, infatti, continua a uscire e a lavorare, per sostenere i meccanismi base della società, per presidiare la nostra salute, o semplicemente perché costretta a farlo.)

Chi è in casa inizia forse a sentire il peso di tanti giorni di blocco. Al di là della garrula retorica “devi solo stare sul divano a vederti Netflix, che sarà mai” c’è invece la fatica di una condizione non naturale né salubre, che speriamo si concluda presto nella sicurezza di tutti.

Torneremo ad abbracciarci, di questo siamo certe. Nel frattempo cerchiamo di curare la nostra salute psicologica e fisica, e magari evitiamo di incattivirci sulle tastiere rovinando la giornata degli altri e pure un po’ la nostra.

Detto questo, ecco una nuova serie di risorse alle quali possiamo attingere durante il nostro stare a casa.

read more

RISORSE

In questi giorni difficili, ci si chiede di limitare i movimenti, di stare a casa e di cambiare prassi e comportamenti. Non è facile.

Sperando di fare cosa utile, stiamo raccogliendo le offerte gratuite che troviamo online, tra ebook in regalo, corsi, videolezioni, contenuti interessanti. RISORSE, insomma.

Perché ci si ammala anche di tristezza, di vuoto, di ansia. Ecco quindi la nostra lista, con tante letture e spunti per nutrire e curare lo spirito.

read more