Un libro in un minuto

Punto interrogativo: perché leggere… II parte

Rieccoci alle prese con i nostri Punti interrogativi, le domande che abbiamo sparato a bruciapelo a editor e a editori nel corso del Salone del Libro.

Nella “puntata precedente”, dopo aver raccomandato brevità e semplicità, abbiamo posto agli intervistati la più complessa delle domande: “perché leggere?”
Se la sono cavata tutti egregiamente, con la schiettezza che deriva dalla sorpresa, per cui siamo andate avanti spedite verso il prossimo quesito: una volta appurato che bisogna leggere, per quale motivo leggere proprio i tuoi/i vostri libri?

Godetevi il video per saperlo, e ascolterete anticipazioni, rivelazioni e considerazioni che speriamo vi invoglino a conoscere meglio i nostri interlocutori, e vi suscitino curiosità verso il prossimo punto interrogativo…

Un libro in un minuto

Seguendo il buon esempio di Booksweb, pubblichiamo anche noi le pillole “Un libro in un minuto” realizzate nel corso della Fiera del libro di Torino. Sono davvero interessanti!


Stefano Donno per Besa ci parla di “Gli autori invisibili” di Ilide Carmignani, una raccolta di interviste a grandi scrittori che ruota intorno al mestiere del traduttore letterario.



Elena Ioli di Dedalo Edizioni presenta “La mia linea di universo” di George Gamow, l'”autobiografia informale” di un grande scienziato e il racconto ironico delle maggiori evoluzioni scientifiche del XX secolo.


Un miliardo di donne come Eva” di Robert Reed è il romanzo presentato da Silvio Sosio, per DelosBooks: una distopia che si è aggiudicata il Premio Hugo 2007.
Flora Albarano di Guida Editore propone invece “L’uomo allo specchio” di Dante De Rosa, un libro sulla scoperta della propria personalità attraverso l’analisi dei propri… vizi capitali. Alzi la mano chi pensa di salvarsi…
L’editore di Interlinea Roberto Cicala ci parla dei “Frammenti Lirici” di Clemente Rebora, grandissimo poeta novecentesco riproposto in un’edizione davvero bella, corredata di un apparato critico che valorizza gli splendidi componimenti espressionisti.
“Viva Las Vegas!” : una raccolta di racconti di giovani autori pensata appositamente per “festeggiare” la nascita della casa editrice Las Vegas, presentata dal curatore Andrea Malabaila.




Laura Morrone porta la bandiera di Magenes edizioni, presentando “Canali di Francia” di Carlo Piccinelli: la casa editrice, specializzata in libri e romanzi di mare, inaugura con questo volume una collana “pratica” dedicata ai navigatori.



Anna Saleppichi, editor di Stampalternativa, di parla di “Dolly City” di Orly Castel-Bloom, un romanzo  ambientato a Tel Aviv il cui valore è stato riconosciuto anche dall’Unesco.

Qalcuno di voi ha letto uno o più di questi libri? Che ne pensate? Mandateci le vostre impressioni o, perché no, i vostri contributi.

Punto interrogativo: perché leggere?

Finalmente online la nostra nuova rubrica dedicata alle interviste agli editori, realizzate nel corso della Fiera di Torino 2008: “punti interrogativi”.

Ai malcapitati abbiamo posto una condizione: risposte rapide, concise e informali. Poi abbiamo sparato la prima bordata: “Perché leggere?” Il contrasto tra la velocità richiesta e la complessità della domanda ha preso alla sprovvista gli intervistati, che però hanno reagito bene e sono stati vergognosamente sinceri!

La domanda successiva è quasi ovvia: “perché leggere proprio i tuoi/i vostri libri?” Lo saprete prossimamente…


Colgo l’occasione per salutare e ringraziare i volenterosi che si sono prestati alle interviste, alcuni di loro sono vecchie conoscenze, altri li abbiamo incontrati in questa Fiera.

Stefano Donno di Besa editrice;
Elena Ioli di Dedalo edizioni;
Silvio Sosio di DelosBooks;
Flora Albarano di Guida editore;
Roberto Cicala di Interlinea edizioni;
Andrea Malabaila di Las Vegas edizioni;
Lara Morrone di Magenes;
Anna Saleppichi di Stampalternativa.

Grazie a tutti voi!