menu

La sana scrittura #2 – Le proprietà del tè verde

C’è chi trangugia litri di caffè, chi cerca l’ispirazione in erbe varie, chi si aiuta con un bicchiere di brandy; ognuno ha i suoi gusti, d’accordo, ma c’è una sola bevanda che ci sentiamo di consigliare spassionatamente allo scrittore: il tè verde.

Ottenuto grazie a una particolare lavorazione delle foglie di tè, che ne impedisce la fermentazione, il tè verde ha innumerevoli proprietà e un sapore particolare.

Ricca di sostanze preziosissime, questa bevanda orientale tiene sveglia la mente più del caffé, senza però sovraccaricare il sistema nervoso. Bevine una tazza prima di metterti al lavoro, o sorseggialo mentre scrivi: il tè verde gioverà alla tua mente e al tuo corpo.

Per darti una vaga idea di quante proprietà benefiche abbia il tè verde, vi rimandiamo a questo articolo: Tè verde: 10 straordinari benefici per la salute. 

Scommettiamo che brandy e caffé non ti sembreranno più così invitanti? 🙂

E alla salute dei tuoi testi ci pensiamo noi, con i nostri servizi letterari pensati su misura: trova la strada che fa per te e per la tua opera!

Buone e sane scritture da Studio83!

Condividi il post

3 Replies to “La sana scrittura #2 – Le proprietà del tè verde”

  1. utente anonimo ha detto:

    Per essere precisi le proprietà del thè nero non sono affatto inferiori a quelle del thè verde. Si è scoperto infatti, penso ormai da un po’, che i flavonoidi sono presenti nel thè nero in concentrazione inferiore rispetto al thè verde, ma hanno un emivita molto più lungo.

    Giuseppe.

    P.s. Un piccolo saluto a Giulia, se mi è concesso.

  2. giuliaS83 ha detto:

    ciao Giuseppe,

    grazie del tuo saluto e delle precisazioni. Sai dirmi niente sul tè rosso? Ne ho preso un pacco intero ma ancora non l’ho provato! Non ho mai assaggiato nemmeno il tè nero, faccio parte della vecchia guardia dei caffeinomani (come vedi anche dall’orario).

    😀

  3. utente anonimo ha detto:

    Certo. Le varie tipologie di thè sono: verde, nero, rosso, bianco. Dipende dal tipo di lavorazione delle foglie: appassimento, fermentazione, essicazione. Ad esempio il thè verde non viene fermentato. Mentre il bianco è considerato quello più raro e, se non sbaglio, viene ottenuto direttamente dai germogli. Il thè rosso penso invece sia quello meno adatto alle tue necessità… non contiene caffeina! Continuo a consigliare quello nero. 😉

    Giuseppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *