menu

Il lavoro sul testo: stili di paragrafo, revisione, editing, correzione bozze – Un vademecum

Qui sul blog, abbiamo parlato spesso del lavoro sul testo, che ha diverse fasi. Ripercorriamo oggi le principali, quei passi imprescindibili che ci aiutano a scrivere meglio e a lavorare in modo sereno, sia dal punto di vista tecnico che da quello di contenuto.

Il lavoro sul testo inizia ancora prima della scrittura. Prima di battere la prima parola al PC, è importante che pensi al tuo ambiente di lavoro, alla pagina e alla sua pulizia: prima di ogni altra azione, imposta gli stili di paragrafo!

Cosa sono gli stili di paragrafo? Sono dei set di opzioni di formattazione che vengono applicati al testo in modo uniforme e coerente.

Ne abbiamo parlato nel post Cosa sono gli stili di paragrafo e perché è importante usarli, affrontando non solo la definizione e le specifiche degli stili, ma anche il motivo per cui sono uno strumento di lavoro importante.

Impostare gli stili di paragrafo non migliorerà la sostanza del testo, ma aiuterà voi e chi verrà dopo di voi a lavorare meglio.

Dopo il COSA, e il PERCHÉ, passiamo al COME. Nel post Come impostare gli stili di paragrafo, abbiamo redatto un vero e proprio tutorial con indicazioni e immagini passo per passo, concentrandoci sul programma di videoscrittura più usato: Microsoft Word.

E anche qui, prima di partire a bomba con font sbarazzini e interlinee fantasiose, bisogna che ci poniamo per prima cosa una questione di metodo.

Come vogliamo che appaia il nostro testo? Non parliamo di scelte estetiche bizzarre: ricordiamolo, la sobrietà è essenziale, quindi niente font strani e atteniamoci alle regole basilari.

Dobbiamo quindi concentrarci sull’allineamento, la giustificazione, la formattazione dei titoli e la definizione di “stile normale”, per prepararci una pagina che ci permetta di lavorare bene. E che aiuti l’editor!

Ricorda infatti che un testo pulito e graficamente coerente facilita il lavoro anche all’editor che lo leggerà dopo, e semplifica la vita al redattore o redattrice editoriale che potrebbe trovarsi a valutarlo.

Una volta che hai finito di scrivere, quindi, sei a un nuovo punto di partenza. Se hai già impostato uno stile di paragrafo la revisione sarà più semplice e ci metterai molto meno tempo a preparare il manoscritto per l’editor.

Mettiti nei panni di un tecnico e “attacca” le pagine con degli scopi precisi: è un altro modo per conoscere quello che hai creato, e per farti tante domande, che sono a volte più preziose delle risposte stesse.

Ne abbiamo parlato in un post che si intitola proprio Come preparare il tuo manoscritto per l’editing: lì, oltre a riprendere il discorso degli stili di paragrafo, abbiamo ampliato il focus e aggiunto consigli operativi per una revisione efficace.

Non puoi essere editor di ciò che hai scritto: però dalla, una ripassata!

Per tutto il resto, c’è Studio83!

La correzione di bozze è un servizio svolto da chi è addetto ai lavori, conosce tutti questi errori e sa che possono compromettere un’impaginazione e l’estetica finale di un libro stampato.

Si tratta di un intervento prezioso se vuoi mandare il tuo scritto a un editore, che sarà felicissimo di trovarsi di fronte un testo su cui dovrà lavorare di meno. Ed è un lavoro imprescindibile se vuoi auto pubblicarti su Amazon o stampare in proprio il tuo testo.

ATTENZIONE a non confondere la correzione di bozze con altri interventi, come la revisione (che fai tu) o peggio l’editing.

Ne abbiamo parlato in un post che è tra i più letti del blog: Editing e correzione di bozze.

La correzione di bozze deve essere l’ultimo intervento in assoluto, quello che si fa una volta e poi basta, sulla versione definitiva del testo.

Naturalmente, anche l’editing è importante: è meno “capito” della correzione di bozze (che ha pure i suoi fraintendimenti) ma è un momento importente di crescita, non solo per il testo, ma anche e soprattutto per lo stile letterario e il percorso di scrittura personale.

In L’importanza dell’editing: perché no? ci siamo soffermate proprio su questo, per dare una cornice di senso a un lavoro letterario che spesso viene saltato o affidato ad amici e beta volenterosi, ma che se svolto da un/una professionista può essere decisivo.

L’editing è un lavoro artigianale per il quale servono qualifiche e studi, e che allo stesso tempo non si studia a scuola, proprio come molte forme di arte manuale.
L’editing è post produzione. L’editing è indispensabile.

Anche per questo, c’è Studio83!

Siamo editor indipendenti dal 2007, quando ancora questo lavoro non esisteva e nessuno pensava al self publishing, se non per prenderlo in giro, accusando autori e autrici indipendenti di essere dei vanitosi ignoranti, e noi di aver inventato un lavoro che sarebbe presto sparito.

Noi siamo ancora qui 🙂 e aiutiamo autori e autrici a scrivere bene e a pubblicare in modo professionale e felice, con grande soddisfazione da entrambe le parti!

Ottima collaborazione, professionale, scrupolosa, approfondita.
Ci si sente seguiti passo a passo, e vengono forniti strumenti validi per migliorare lo stile, il metodo di lavoro e la crescita professionale.
Con voi ho decisamente imparato tanto.

Leggi altri pareri su DICONO DI NOI

Buon lavoro di scrittura, revisione e post-produzione, da Studio83!

Vuoi seguirci ed essere aggiornat* sui nuovi articoli, post e vademecum? Iscriviti alla newsletter di Studio83 – Servizi Letterari!

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *