menu

Studio83 @Vercelli Fantastica: ecco com’è andata!

Sabato 18 e domenica 19 maggio si è svolta a Vercelli la prima edizione di una rassegna dedicata alla letteratura fantastica e di fantascienza: Vercelli Fantastica!
Come avevamo già annunciato anche dal nostro blog, il programma era molto ricco: dopo il sabato dedicato a Harry Potter e ai giochi fantastici, domenica è stata la volta della letteratura di fantascienza. E di Studio83!

C’ero anche io, Giulia Abbate: ho avuto l’onore di partecipare a due presentazioni, una dedicata alla scrittura di racconti fantastici e alla palestra del RiLL, un’altra al “Manuale di fantascienza” che ho scritto insieme a Franco Ricciardiello.

Ma andiamo con ordine. Come sempre, abbiamo preparato un piccolo report della giornata, che possa servire come cronaca per chi non c’era e come piacevole promemoria per chi c’era.

La rassegna si è aperta alle 16:00 con due autori “pesi massimi”: Franco Ricciardiello ha dialogato con Dario Tonani, presentando il romanzo “Naila di Mondo9”, Mondadori.

Valentina Marcoli introduce la presentazione di Dario Tonani con Franco Ricciardiello

Un romanzo di fantascienza sul quale la casa editrice di Segrate ha scommesso tantissimo, e che ora è premiato dai lettori e dalle lettrici con numeri da bestseller, primi posti in classifica e un recentissimo Premio Italia come miglior romanzo di fantascienza del 2018.

Ascoltare Dario Tonani è sempre motivo di interesse, data la sua familiarità con il lavoro in una grande casa editrice e la sua generosità nel condividere fatti, notizie, aneddoti con l’uditorio interessato.

Dario Tonani e Franco Ricciardiello

Oltre al dietro le quinte, Tonani ha raccontato anche qualcosa in più del suo romanzo: la genesi, il setting, il personaggio di Naila (unica donna in un ambiente assolutamente maschilista, non solo si difende ma imprime la sua personalità in quella della nave della quale è al comando, nave che è un essere vivente), i possibili sviluppi e seguiti e il lavoro svolto insieme a Franco Brambilla, illustratore di riferimento della fantascienza italiana, che ha realizzato per Naila e per Mondo9 delle tavole bellissime.

Franco Ricciardiello ha aggiunto alcune considerazioni sul romanzo, alcune delle quali riportate anche nella sua recensione su Pulp: “Naila di Mondo9, o la ruggine dell’entropia

L’autore ha sviluppato una filosofia estetica coerente, complessa e misteriosa, che richiede una buona dose di sospensione dell’incredulità, come la miglior tradizione della fantascienza d’avventura. Non è solo questione del pianeta impossibile, Mondo9, ma di un’intera cosmogonia rigidamente meccanicista, che possiede caratteri indimenticabili. (…) La chiave per comprendere Mondo9 è il metallo. Il metallo è un’immagine semplice e immediata, alla quale Tonani attribuisce una serie di motivi narrativi.

Dopo i mondi di metallo e sabbia di Dario Tonani, è stata la volta del RiLL: il Trofeo giunto alla 25 edizione è uno dei più longevi, seri e formativi d’Italia.

Come ho avuto modo di spiegare nel corso del mio intervento, il RiLL è la prima realtà seria nella quale si può imbattere chi inizia a scrivere racconti fantastici, e questa accessibilità è un valore perché si unisce alla serietà del lavoro e al fatto che una volta che si pubblica un racconto si resta comunque nel gruppo.

Gianluca Mercadante, Antonella Mecenero, Giulia Abbate, Maurizio Ferrero


Capitanato dall’infaticabile Alberto Panicucci, il RiLL ha una newsletter, un gruppo facebook, un concorso parallelo, un’intensa attività di gemellaggio con altri concorsi del fantastico europeo e internazionale e tantissime attività tra fiere, convention, presenze in rassegne, conferenze ed eventi legati al vastissimo mondo del gioco… un universo, insomma, sempre aperto alle nuove leve, accogliente e pronto a coinvolgere e riunire tutti e tutte in progetti di qualità.

Come in questo caso: ho avuto il piacere di conoscere Antonella Mecenero e Maurizio Ferrero, che oltre ad aver vinto alcune edizioni hanno anche pubblicato antologie personali sempre con l’etichetta del RiLL. Hanno raccontato la loro esperienza di scrittura, le loro storie, i loro temi.

Io ho parlato del mio piccolo “Frammento n.83”, una breve analisi di un falso sonetto alieno che è allegoria del problema fin troppo vero dell’oppressione colonialista sui popoli nativi; e di SFIDA, il concorso letterario parallelo al RiLL riservato ai finalisti e alle finaliste, che ci permette di ritrovarci e di continuare a scrivere anno dopo anno.

Il tutto coordinato dal bravissimo Gianluca Mercadante, un moderatore che ho trovato eccezionale: competente, preparato, interessato e interessante, non si è limitato a qualche domanda di rito, ma ha animato un vero dibattito anche con il pubblico, intrattenendoci con un’abilità dialettica davvero fuori dal comune.

Il terzo incontro del pomeriggio è stato dedicato al “Manuale di scrittura di fantascienza”, scritto da Franco Ricciardiello e da me medesima 😀
Dopo un racconto condiviso di come e cosa abbiamo scritto in questo manuale, di cosa volevamo ottenere, del pubblico che intendiamo raggiungere, delle sezioni del manuale e di come abbiamo lavorato… il panel si è trasformato in un momento di discussione partecipata insieme al pubblico!

Il “Manuale” anche in vetrina

Lettori e lettrici ci hanno parlato dei loro gusti, di cosa è per loro la fantascienza, di cosa cercano in un libro del genere e di cosa si aspettano… Dario Tonani si è unito al dibattito, parlando di distopia, e da lì abbiamo avuto modo di riflettere tutti insieme su questo sottogenere, sulle tendenze attuali tra postapocalittico “adulto” e storie di ribellioni “new adult”, per poi passare al cyberpunk e ai vari esempi tra libri e animazione… insomma, una vera tavola rotonda che ha appassionato tutti e tutte, davvero interessante, istruttiva e divertente.

Giulia Abbate e Franco Ricciardiello

Finita la presentazione, ci siamo potuti trattenere nei locali della libreria, tra una chiacchiera e un firmacopie, in un ambiente davvero curato e affascinante: aperto ad adulti, bambini, persone di passaggio e curiosi vari che si trattenevano interessati a chiedere e a presentarsi.

Insomma, una situazione davvero piacevole e accogliente, per la quale non possiamo che ringraziare l’organizzazione di Valentina Marcoli e di tutto il team del multistore Mondadori di Vercelli!

Con Valentina Marcoli. Grazie!

Grazie a tutti e tutte quelle che hanno partecipato in ogni modo, rendendo questa giornata davvero densa di incontri e confronti. Alla prossima edizione di Vercelli Fantastica! 🙂

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *