Tra monito e profezia: itinerari di fantascienza sociale – DOMANI sera a Renate

Domani, sabato 20 novembre, alle 21:00 saremo alla biblioteca pubblica di Renate per conversare insieme a Sephira Riva sulla scrittura di fantascienza.

Di seguito la presentazione dell’incontro! Vi consigliamo di prenotare, visto che nella sala i numeri sono contingentati. Abbiamo comunque pensato anche a chi non potrà esserci, o per distanza oppure perché non ha il green pass (che purtroppo è obbligatorio per accedere): trasmetteremo l’incontro anche in diretta sulla nostra pagina facebook.

Tra monito e profezia: itinerari di fantascienza sociale

Presso la Biblioteca Comunale “Alfredo Sassi” – Renate

Come sarà il futuro? Quali saranno le grandi sfide che affronteranno le prossime generazioni?
Da decenni la fantascienza si interroga sul mondo di domani. Se la sostanza delle domande non è cambiata, si sono però susseguiti innumerevoli futuri plausibili da altrettante penne. La fantascienza è stata spesso considerata profetica, nella sua abilità di “prevedere” innovazioni e cambiamenti. Altre volte ad avverarsi sono state storie cautelative, raccontate per avvertire di una incipiente catastrofe. Altre volte ancora il futuro ha seguito strade inaspettate.

Tuttavia, in ciascun caso la fantascienza è stata in grado di dare voce alle inquietudini del proprio tempo.
E il nostro, di tempo? In che modo la fantascienza può aiutare a districarsi tra salute, cambiamenti climatici, integrazione, capitalismo e colonizzazione?

Preparate le vostre macchine del tempo: le editor e autrici Giulia Abbate ed Elena Di Fazio sono pronte a guidarvi in un viaggio all’insegna della fantascienza sociale!

Condurrà l’incontro la scrittrice e ricercatrice Sephira Riva
Evento patrocinato da Comune e Biblioteca di Renate.
Ingresso gratuito con prenotazione e Green Pass obbligatori.
Per informazioni e prenotazioni: 0362 924116 | biblioteca@comune.renate.mb.it

Qui l’evento facebook per il promemoria
Metti il like alla nostra pagina per seguire la diretta

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *